In fuga da WhatsApp, ma verso quale app? Ecco le alternative a WhatsApp GRATIS

Molti utenti del famoso client di messaggistica whatsapp dopo la recente acquisizione di facebook hanno deciso di “migrare” su altre app. Molti utenti, infatti, pensando di affidare a Facebook anche il proprio numero di telefonino stanno “scappando” da WhatsApp. Verso dove?

Eccovi le app più famose del momento che sono ai primi posti nei download degli store

Line (Windows, Mac, iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry, Nokia, Firefox OS)

Se guardiamo i numeri è forse la App più vicina a WhatsApp, poiché fonti ufficiali parlano di circa 350 milioni di iscritti (WhatsApp viaggia verso i 500 milioni). Line si pone sicuramente fra i competitor più agguerriti del gioiellino comprato da Zuckerberg.

Line, oltre a consentire il classico invio di messaggi di testo, permette di effettuare videochiamate a prezzo zero. In più offre all’utente una sorta di bacheca (in pieno stile social network) dove si possono condividere con i propri amici posizione, foto, adesivi o status. E’ molto diffusa nei paesi asiatici

Telegram (iOS, Android, con supporto non ufficiale per Windows, Mac e Linux)

La grafica è veramente ben fatta e la sicurezza dei dati sembra il suo punto di forza, Telegram è sicuramente la App del momento. Da quando Zuckerberg ha acquistato Facebook, la App russa ha scalato le classifiche facendo registrare numeri impressionanti.

E’ praticamente identica a WhatsApp, ma consente anche la chat segreta. Una chat dove i messaggi si autodistruggono, non è possibile inoltrare una discussione e la crittografia è elevatissima. La privacy, dunque, pare essere assicurata.

Viber (Windows, Mac, iOS, Android, Windows Phone, Nokia)

Anche Viber è molto simile a WhatsApp, ma oltre ai classici messaggi con testo, foto, video e note vocali, permette la classica telefonata VoIP (servizio che WhatsApp ha annunciato di voler introdurre nei prossimi mesi). È stata acquistata nelle scorse settimane dai giapponesi di Rakuten, per poco meno di un miliardo di dollari. Briciole rispetto alle follie di Zuckerberg per avere WhastApp.

Viber consente conversazioni singole oppure di gruppo (con un massimo 100 partecipanti) e permette la condivisione anche di loghi e adesivi, che sono qualcosa di più elaborato delle famose emoticons.

WeChat (iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry, Nokia)

Arriva dalla Cina, e grazie al bombardamento mediatico con testimonial di eccezione come Lionel Messi e Belen Rodriguez, è molto famosa anche in Italia. Sosia (per logo e colori) di WhatsApp, WeChat in realtà è stata la prima App a introdurre i brevi messaggi vocali.

Consente il login tramite il proprio account Facebook, la videochiamata in HD, mantiene la cronologia messaggi visualizzabile anche da off line e non introduce banner pubblicitari. Dopo un iniziale picco nei download, con conseguente balzo nelle classifiche, ora vive un momento di appannamento.

Voi quale usate?




Tags:

Reply