In Australia si utilizza la Wii per la riabilitazione per i pazienti colpiti da ictus

Si chiama “Wii-based Movement Therapy”: si tratta di un programma di riabilitazione studiato dal NRA, Neuroscience Research Australia e promosso dalla Dottoressa Penelope McNurty durante la conferenza internazionale della Società di Elettrofisiologia e Kinesiologia alcuni giorni fa.

Durante la conferenza è stato argomentato l’utilità della Nintendo Wii nella terapia di psicomotricità dei pazienti colpiti da ictus: durante 2 settimane sono stati registrati netti miglioramenti nei pazienti che si sono sottoposti alla ludoterapia con la consolle. Il successo è legato anche a motivi psicologici: mentre durante la tradizionale terapia riabilitativa i pazienti sono poco stimolati dal compiere esercizi, mentre simulano sport con la Wii, dando loro tra l’altro la possibilità di continuare la terapia anche una volta dimessi dall’ospedale.

Inoltre la riabilitazione-gioco può portare risultati soddisfacenti anche con pazienti colpiti dall’ictus molti anni fa: tra l’altro la consolle ha un prezzo abordabile e coinvolge i pazienti nell’utilizzo quotidiano.

Visti i risultati, questo nuovo tipo di terapia sarà di sicuro esportato nel resto del mondo…e se i pazienti possono riabilitarsi divertendosi, tanto meglio!




Reply