Imu, chi dovrà pagare e chi no?

Salve amici, la rata di giugno dell’imposta IMU si avvicina. In questi giorni il governo ha fatto parecchi dietro-front rendendo un pò oscuro il da farsi. Vediamo con questo articolo di farvi capire qualcosa in più. Con l’uscita sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge numero 54 del 21 Maggio 2013 l’Imu sulla prima casa è stata sospesa; momentaneamente, fino a settembre per la precisione.

Uno stand-by di tre mesi in attesa di capire cosa fare (il governo deciderà).  In base al Decreto sopra citato i contribuenti non dovranno pagare la rata di giugno 2013 dell’imposta municipale unica (Imu) sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli immobili di edilizia sociale appartenenti alle famiglie socialmente svantaggiate.

L’esenzione dalla tassa NON RIGUARDERA’ TUTTI, alcune categorie dovranno pagare normalmente. Eccole:

  • Le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici);
  • Le seconde case;
  • Case di società o enti;
  • Immobili d’impresa (capannoni, alberghi, cinema e teatri, banche e assicurazioni, ecc.); altri fabbricati (negozi e botteghe, laboratori, pertinenze non di prime case)

Le categorie sopra citate dovranno pagare la tassa entro il 17 giugno, il pagamento è obbligatorio con il doppio aggravio: maggiorazione da 60 a 65 del coefficiente di rivalutazione delle rendite catastali (pari a un +8,33%) ed eventuale innalzamento di 0,3 punti da parte dei Comuni dell’aliquota base dello 0,76 per cento.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.