Il primo iPhone era stato pensato con tastiera fisica

Di certo uno dei cellulari più amati, la forma e l’aspetto dell’iPhone attuale sono senza dubbio stati dettati dal primo della serie. Ormai, si presenta nella massima sobrietà esteriore e stupisce nelle funzionalità nonostante sia uno dei cellulari con meno tasti fisici. Tutto ciò si risolve in una bazzecola se si pensa che in realtà il primo iPhone doveva essere lanciato con tastiera fisica incorporata.

 

L’idea era nata da Tony Fadell che all’epoca aveva pensato ad una tastiera fisica a discapito del display multitocco. In realtà, come la storia narra, i design presi in considerazione alla fine sono stati 3 iPod fusi con un telefono. Questo perchè l’ultima parola di Jobs, riuscì a mutare anche il pensiero di Fadell che riconobbe, in un design iconico tutto nuovo nel più grande display e nel potenziale di una tastiera virtuale ridisegnata dalla concorrenza, una chiave per il successo del futuro iPhone.

 

 

 

Tutto questo, fu compensato dalla scelta importante di Apple, di portare il display multitouch capacitivo al mercato, sovrastando il rude display resistivo equipaggiato dai concorrenti .

 

Oggi lo scenario non sembra diverso… Apple davanti (forse) e tutti a cercare di tenerle testa. Chi avrà un’altra intuizione del genere che potrà ribaltare lo stato attuale delle cose?




Tags:

Reply