Il Kodi sta aiutando la pirateria a crescere?

La notizia sta facendo il giro del web al momento, ed anche se il Italia non è utilizzatissimo c’è chi lo apprezza per tutto ciò che fa. Stiamo parlando del Kodi, un applicazione per Android (ed altri) che possiamo integrare ovunque, usato anche nelle “TV Box” create apposta per questo.

E’ gratuito, open source, e funziona benissimo. Può essere programmato ed utilizzato anche per giocare a qualche videogioco direttamente davanti alla nostra televisione!

Molti notiziari (compresi alcuni molto famosi) stanno però dicendo che il Kodi sta aiutando la pirateria a crescere, dando la possibilità di visionare film ed altri contenuti ancora più facilmente rispetto ai tempi passati.

E’ tutto vero?

In un certo senso, con il Kodi è possibile salvare contenuti dalla TV in qualsiasi formato.

Cosa fa questa funzione?

Addirittura alcune televisioni o box multimediali sono fatti appositamente per questo. Con il Kodi, possiamo installare dei Plug-in che ci permettono di aprire dei canali Streaming per guardare dei film o contenuti che sono altrimenti in vendita o al cinema.

Con che altro possiamo fare ciò? Con un browser. Con Chrome, Firefox, Edge…direttamente dal nostro cellulare o usando il PC, visitando un sito web che ospita un contenuto in streaming.

Spesso questi sono anche conservati in un Google Drive!

Quindi per chiudere il discorso, si può dire che il Kodi è tanto vicino alla pirateria quanto ogni altro Browser o dispositivo connesso alla rete d’ogni giorno. Varie fonti di notiziari online e non che riportano questo sistema come “la nuova autostrada per i pirati” stanno solamente cercando d’alimentarsi dal fuoco che s’è creato su una faccenda che, in un certo senso, non ha molto senso.

il Team che ha prodotto il Kodi sta lavorando per introdurre delle contromisure, ma non funzionano come si deve e sta solo “danneggiando” tutto il loro lavoro.

Kodi è stata creata come una piattaforma libera, dove si può installare tutto e di più: ne vale la pena dargli una colpa per questo?




Tags:

Reply