Il futuro dei pc è nelle mani di Microsoft!

L’avvento di tablet e smartphone ha ovviamente delle conseguenze pesanti sul mercato dei pc tradizionali, la cui domanda è in continua discesa nel corso di questo anno.

Gli analisti IDC prevedono una vendita complessiva di 367 milioni di unità vendute e confermano che l’avvento di Windows 8 non saranno visibili, almeno nell’ultimo tremestre del 2012.

Quindi nessuna corsa all’acquisto a partire dal 26 ottobre, data di lancio del nuovo sistema operativo di Microsoft: il comparto quindi dei personal computer risolleverà le sue sorti all’inizio del 2013, con un incremento previsto delle vendite pari al 6.5%.

Ovviamente questo rallentamento è causato anche dalla crisi economica mondiale, dal decremento della domanda nei nuovi mercati e dalla preferenza nelle scelte di dispositivi mobili.
Analizzando nello specifico la situazione del mercato statunintense, rispetto all’anno precedente, il mercato dei pc si chiuderà con una passività pari al 3.7%: il lancio di Windows 8 bloccherà anche la produzione dei device su cui gira Windows 7.

Gli analisti IDC però, riguardo al nuovo sistema operativo, pronosticano una pesante e irrimediabile rottura con la concezione tradizionale del personal computer: Microsoft quindi, si farà carico di un lungo lavoro per educare ad una nuova visione gli utenti dei pc.




Reply