iCloud: nuove immagini private trapelano in rete

Dopo la pubblicazione online di foto private appartenenti a celebrità ecco una nuova ondata di scatti privati è finita su Internet in queste ore. Il precedente caso di violazione della privacy era stato associato alla sfortunata Jennifer Lawrence. Nel secondo episodio si aggiungono altre celebrità quali Kim Kardashian, Vanessa Hudgens, Hope Solo, Mary-Kate Olsen, Hayden Panettiere, Leelee Sobieski e Kaley Cuocosi

Un pò di storia

Com’è risaputo il primo settembre è iniziata un’operazione denominata The Fappening: unione dei termini happening e fapping (masturbarsi). Un gruppo di hacker pare essere riuscito a sfruttare una falla di iCloud oppure aver attuato attacchi informatici (brute force) mirati nei confronti di centinaia di starlette, sottraendo foto e video personali.

Apple ha dichiarato che non è stato rilevato alcun problema su iCloud, quindi si propende per la seconda ipotesi.

4Chan dal 1° settembre è stata eletta come piattaforma anonima di diffusione di questi contenuti piccanti. Ovviamente alcune foto si sono dimostrate fake, ma la maggioranza sono risultate essere originali. Prova ne sia che le protagoniste dei leak si sono rivolte ad avvocati e hanno depositato denunce nei confronti di ignoti. I link comunque hanno vita breve: vengono attivati e dopo qualche ora disattivati.

2° Epidosio

Le foto, pubblicate sia su 4chan che su Reddit, che sono state immediatamente rimosse, sono state probabilmente rubate nello svolgersi del primo attacco. Come detto stavolta comprendevano vip del calibro di Kim Kardashian, Vanessa Hudgens, Hope Solo.

C’è da preoccuparsi?

Sembra che nei giorni precedenti allo scandalo sia circolato su GitHub uno script che consentiva di praticare attacchi per scovare una password di un account del servizio Apple, approfittando di una scadente implementazione di filtri e limiti al numero di tentativi consecutivi di inserimento di una chiave effettuabili. Il bug è stato sanato da Apple negli scorsi giorni, ma prima di allora chiunque avrebbe potuto, con abbastanza tempo e pazienza a disposizione, riuscire a ottenere accesso a un account iCloud e scaricare i file contenuti nello Streaming Foto offerto dal servizio di Cupertino. Niente è ancora stato confermato dall’azienda della mela morsicata.

Ad ogni modo adesso che lo scandalo è scoppiato APPLE al 100% è corsa ai ripari (se bug si trattava ovviamente, perchè non è detto)

Consigli

Ecco quindi alcuni consigli per evitare di trovarvi in una situazione simile alle celebrities di Hollywood (improbabile, ma un po’ di sicurezza in più non fa mai male):

  • Usate password sicure e diverse per ogni account e device
  • Non memorizzate mai le password sui dispositivi
  • Nell creare le password usate caratteri speciali (@ # 😉 e maiuscole e minuscole.

 

 




Reply