I Virus del futuro? Direttamente dal caricabatterie

Non accettate caricabatteria dagli sconosciuti. Il nostro futuro tecnologico sembra sempre più complicato e paranoico, e gli attacchi ai dispositivi informatici sempre più diffusi. Secondo alcuni studenti del Georgia Institute of Technology che parteciperanno all’annuale conferenza per hacker, Black Hat, in programma a luglio, si potrà ricevere malware dal caricabatterie. E lo dimostreranno davanti ai colleghi di hack: un caricabatterie modificato in grado di bypassare i sistemi di sicurezza dell’ultimo sistema operativo di Apple, iOS, quello che viene considerato il più sicuro in circolazione.

mactans

Questo lascia pensare che la falla riguardi anche gli altri sistemi operativi, oltre ad Apple.

A questo caricabatterie “malevolo” è stato dato il nome Mactans e di esso si sa ancora poco: è stato sviluppato a partire da una BeagleBoard (una scheda che ospita un minicomputer) di Texas Instruments, una di quelle che si trovano facilmente in commercio per meno di 50 dollari, ed è in grado di trasmettere un software malevolo in meno di un minuto.

L’infezione avviene senza che l’utente debba interagire col telefono, basta semplicemente che lo colleghi. Il malware per di più è difficile da identificare perché si insedia nello stesso luogo in cui Apple nasconde le applicazioni native di iOS.

Se Mactans ha un “aspetto visibilmente sospetto” date le dimensioni anomale per un caricabatterie per smartphone, realizzarne uno più “semplice/clone” non sarà difficile per altri malintenzionati hacker. La fortuna per i produttori di sistemi operativi è che questi non sono haker ma studenti e quindi degli “hacker buoni”.

Vi faremo sapere.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.