Hard disk più veloci grazie ai laser

Alcuni ricercatori olandesi del Politecnico di Eindhoven sono al lavoro su una nuova tipologia di hard disk in grado di raggiungere velocità 1000 volte superiori rispetto all’attuale generazione.

La tecnologia utilizzata da questi nuovi hard disk è basata su impulsi laser brevissimi utilizzati per far cambiare l’orientamento magnetico e quindi il valore dei bit (0/1).

I bit sono infatti immagazzinati in materiale ferromagnetico con il loro valore basato sull’orientamento magnetico (magnetizzazione), ovvero polo sud o polo nord.

Gli attuali hard disk si servono di testine per cambiare la magnetizzazione dei bit e fino ad oggi si pensava di aver raggiunto il limite in termini di velocità.

Ma i ricercatori olandesi hanno trovato il metodo di sfruttare una caratteristica degli elettroni chiamata spin che indica il loro orientamento e sfruttando un laser ad impulsi sono riusciti a cambiare il magnetismo del materiale ferromagnetico in soli 100 milionesimi di miliardesimo di secondo.




Reply