Guai in vista per Facebook

Facebook ed il suo fondatore Mark Zuckerberg sembrano non potersi rilassare nemmeno un minuto, dopo il fallimento in borsa con il crollo delle azioni ora arrivano anche altri problemi come la svendita delle azioni da parte di Peter Thiel e la citazione in giudizio da parte di un’azienda cinese.Thiel, cofondatore di PayPal e membro del consiglio di amministrazione di Facebook, ha infatti venduto per 20 dollari l’una circa 20 milioni di azioni arrivando di fatti ad un compenso totale pari a 400 milioni di dollari. Nonostante questa svendita detiene tutt’ora ancora 7 milioni di azioni.

Altri problemi arrivano anche dalla Cina, dove vi è un’azienda cinese la quale afferma di aver creato la timeline in una propria applicazione fin dagli inizi del 2008. Quesa timeline risulta identica alla funzione che oggi in Facebook è chiamata diario che è stata implementata solo nel tardo 2011. L’avvocato dell’azienda dichiara che non è loro intenzione verificare se Facebook abbia copiato realmente da loro ma piuttosto i danni economici subiti dal colosso dei social network




Tags:

Reply