Governo Monti: in arrivo una nuova tassa, quella sugli SMS!

Il Decreto legge delle liberalizzazioni del Governo Monti ci aveva già provato a metà aprile: ma la proposta ebbe vita breve perchè nel giro delle 24 ore fu bocciata. Adesso torna probabile una tassa sugli SMS: si tratta di un costo aggiuntivo di due centesimi per ogni SMS inviato.

Con questa ulteriore tassa, il Governo riuscirebbe a recuperare circa 3 miliardi di euro, avvicinandosi così al traguardo del pareggio del bilancio.

Ad aprile, nell’ottica dei finanziamenti per la Protezione Civile,  la proposta fu bocciata, lasciando spazio ad un ulteriore accisa sui prezzi dei carburanti: la tassa infatti sarebbe pesata eccessivamente sugli utenti finali, penalizzando ulteriormente i carrier che avevano subito già un pesante stop d’arresto del mercato sms a causa delle forme alternative di comunicazione istantanea. 

A quanto pare, la proposta verrà rianalizzata in questi giorni, ma, la cosa preoccupante è che i partiti di maggioranza hanno chiesto di mantenere il silenzio su questa nuova e simpatica sorpresa da fare agli italiani, in vista delle imminenti elezioni amministrative.

Questa, unita all’indiscrezione relativa all’acquisto delle auto blu, potrebbero rappresentare la goccia che può far traboccare un vaso, non pieno ma svuotato e prosciugato come le tasche degli italiani.




Tags:

Reply