Google vs editori: in Germania una legge pronta a partire!

Angela Merkel ha voluto fortemente questa legge e sta al Parlamento Europeo la decisione finale che arriverà nelle prossime ore: si tratta di una tassa a favore degli editori che vengono citati sui siti web di news.

In pratica, un’azienda web viene costretta a pagare il copyright anche per una semplice aggregazione di notizie; la proposta di legge è il risultato di oltre un triennio di dibattiti tra gli editori tedeschi e Google News. La questione è molto semplice: gli utenti potendo leggere le notizie dal sito creato ad hoc da Google per raccogliere articoli, non visitano i siti delle fonti originarie, con una grave perdita di introiti per mancata generazione di pubblicità.

Google, d’altra parte, si giustifica sostenendo di dare ampia visibilità alle notizie, fungendo da cassa di risonanza; questa legge, senza precedenti, ha tutto il peso della prima e vera interferenza sulla libertà di espressione sul web, tesi abbracciata anche dal centrosinistra del Parlamento tedesco.

La stessa questione è stata sollevata in verità anche in altri paesi europei,compresa l’Italia, ma la questione è stata rivolta con un accordo: Google ha concesso agli editori la possibilità di rimuovere i propri articoli e renderà note le quote di ripartizione degli introiti derivanti dalla pubblicità.

La questione sul diritto di autore sul web sembra essere una questione complessa e ostica: ancora non si è trovata una strada che possa soddisfare le aziende web e gli editori. Nel caso in cui in Germania la legge dovesse essere approvata, rappresenterebbe il primo grande successo legislativo della parte degli editori e forse un eventuale esempio per il resto dell’Europa.




Reply