Google smentisce l'acquisizione di ICOA

Entrambe le parti interessate avrebbero smentito la notizia circolata pochi giorni fa, riguardante l’acquisizione di ICOA per circa 400 milioni di dollari.

Big-G e gli hotspot WiFi – Cerchiamo innanzitutto di capire chi sia ICOA. Si tratta di un provider di servizi Hotspot statunitense che attualmente dispone di circa 1500 hotspot distribuiti nella maggior parte degli stati americani (circa 45 stati).

Nei giorni scorsi, alcune fonti avevano diffuso la notizia di un investimento, da parte di Google, di circa 400 milioni di dollari; investimento che sarebbe di fatto servito ad acquisire l’azienda. pochi giorni ed ecco arrivare con forza le smentite, sia da parte di Google che da parte della ICOA stessa.

Considerato il neonato progetto “Google Fiber”, l’accordo siglato a settembre con Boingo Wireless per garantire agli utenti Android l’accesso ad internet nella metro di New York ed il costante interessamento al mondo dei provider da parte di Big-G, viene da pensare che la notizia dell’acquisizione di ICOA non sia del tutto inventata ma che piuttosto di tratti di una “fallita trattativa” bollata successivamente come “bufala”.




Reply