Google si inserisce anche nel settore delle spedizioni merci!

Parte da San Francisco, in California il nuovo servizio lanciato da Google per la consegna delle merci ordinate online.

Sfidando i colossi di Ebay e Amazon, Big G si lancia in un settore tutto nuovo: il progetto è partito nel 2011 e da qualche giorno è iniziata la ricerca di personale  “Google shopping express service”.

Sul Wall Street Journal risulta che il servizio è già attivo per alcune catene di negozi, come le farmacie Walgreens, per gli articoli da ufficio Staples oltre ai marchi d’abbigliamento American Eagle e Target, e i negozi di giocattoli Toys, che hanno dato l’ok per partire con la sperimentazione.

Inoltre, per coloro che risiedono nelle aree tra San Mateo e San Jose vorranno provare questo nuovo servizio, Google offre sei mesi di servizio gratis.
A differenza di Amazon, Google si limiterà a mettere in contatto i consumatori con le grandi catene di distribuzione, da Walmart a Safeway, e giusto per sbaragliare la concorrenza, il servizio sarà più economico rispetto a quello offerto dal suo principale avversario: Google Shopping Express potrebbe venire a costare meno di sessanta dollari, contro i 69 dollari richiesti per un anno di abbonamento ad Amazon Prime.

La mossa di Big G era prevedibile: stando agli ultimi investimenti effettuati, tra cui 17 milioni di dollari spesi da Larry Page BufferBox , startup canadese specializzata in spedizioni, e l’offerta di 125 milioni per Channel Intelligence , che fornisce strumenti di marketing per la vendita online, non sono stati casuali.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.