Google porta il Wifi in Africa con i dirigibili!

La notizia pubblicata sul Wall Street Journal ha dell’incredibile: Google vorrebbe sfruttare una piattaforma a mezz’aria per portare la wifi in alcune zone dell’Asia e dell’Africa.

Senza dover effettuare lavori di impianti, in questo modo Big G sfrutterebbe una rete di smartphone Android per creare un vero e proprio network: i microprocessori garantiscono un basso consumo ed il segnale viene trasmesso da piattaforme ad alta quota, ricoprendo aree di centinaia di chilometri quadrati. Sono già partite le prime sperimentazioni in accordo con i governi di quei paesi che versano in situazioni di “lacune informatiche”, come ad esempio il sud-est asiatico e l’Africa sub sahariana per richiedere l’uso delle onde radio riservate alle trasmissioni televisive, che operano a frequenze più basse e possono quindi coprire distanze maggiori rispetto al normale wireless.

A Città del Capo sono partite le prime sperimentazioni, dove una stazione trasmette il segnale wifi nelle scuole superiori: il progetto unito a Fiber che sta portando la banda larga in alcune città americane pilota, pone Google in una posizione di supremazia per la diffusione di Internet, soprattutto colmando il digital divide in zone disagiate del pianeta.

 




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.