Google Play Services sta consumando la batteria perché

0
212
Google Play Services batteria

Da qualche tempo alcuni utenti ANDROID lamentano di come Google Play Services (o i servizi di Google Play store) consumino fin troppa batteria dai loro cellulari. Se avete notato un consumo esagerato e nelle statistiche fornite dal cellulare trovate Google Play Services in cima alla lista, ecco qualche soluzione:

Quanti account sono in uso?

A volte i servizi di Google Play finiscono col confondersi fra diversi account e cosa bisogna scaricare, per non parlare delle notifiche e le sincronizzazioni. In tal caso, provate a diminuire il numero di accounts connessi o semplicemente a disconnettere e riconnettere gli accounts.

Forse un app esterna sta usando i servizi in maniera errata

Provate ad avviare il vostro dispositivo Android in modalità sicura (o provvisoria) per accettarvi che l’uso della batteria sia regolare. Se tutto va come previsto, è arrivato il tempo di controllare le apps installate

La sincronizzazione continua a sballare?

Provate a disattivare la connessione dati (o il Wifi) e riattivarlo dopo almeno cinque minuti. Anche riavviare il cellulare, una volta ogni tanto, non è male.

E’ per via della locazione, probabilmente

Anche se Google Play services appare come il colpevole di tutto il consumo della batteria, è possibile che altre Apps stiano utilizzando quei servizi per rintracciare la posizione del vostro cellulare.

Possono fare ciò ripetutamente, consumando molto della batteria disponibile. Potete sia personalizzare le impostazioni per la localizzazione (Da alta precisione a risparmio energetico) oppure personalizzare il GPS per solo l’App, cercando nella Gestione Apps…ma potete farlo solo in alcune versioni di Android.

A volte sono le faccine a creare questi problemi

Sul serio: se avete dei contatti che utilizzano un Emoji grafica nel nome, Google può andare in errore e ripetere sempre gli stessi problemi di sincronizzazione. E ricordatevi: potete sempre usare Greenify per migliorare le prestazioni dello Smartphone o eseguire la tipica operazione di pulizia cache per eliminare eventuali errori rimasti.

Aggiornate il cellulare se possibile e nei casi più estremi, eseguite un reset di fabbrica


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.