Google Music, i vantaggi rispetto ad Amazon ed Itunes

Come certamente saprete il 13 novembre è stato rilascianto anche in Italia Google Music, nuovo servizio di google per l’ascolto della musica e non solo. Diretto avversario di servizi analoghi quali Itunes di Apple e Amazon. Ci sono pro se utilizziamo Google anzichè servizi similari? A quanto pare sembra proprio di si!

L’interfaccia principale, come tutti i servizi Google, è raggiungibile via WEB dal vostro google account e già questa caratteristica la rende raggiungibile da qualsiasi dispositivo abbia un browser installato, senza dover aggiungere altre app.

La prima differenza di Google Music che si evidenzia, rispetto ad Apple, è il prezzo: iTunes Match si paga, Google Music no.

Ma che cos’è Google Play Music?

Come prima cosa sarà possibile acquistare singole canzoni e interi album.

Acquistare brani musicali certamente è qualcosa di comune in questi tutti servizi ma la novità introdotta da google è data dalla possibilità di salvare tutte le proprie canzoni in ambiente cloud e di averle sempre disponibili, da qualsiasi dispositivo connesso. Basta avere una connessione a internet.

Google Play Music in Italia tramite la funzione Scan&Match riconoscerà le canzoni presenti sul dispositivo e caricherà sul cloud solo quelle che non sono presenti nello store.

Le altre verranno automaticamente messe a disposizione, senza bisogno di upload. Google non ha però comunicato se, ed eventualmente in che modo, verranno scartate le canzoni scaricate illegalmente, con il “rischio” che un download illegale si trasformi in una sorta di acquisto legale.

I punti di forza di Google Music rispetto all’analogo servizio di Amazon sono due: lo spazio e la comodità.

Spazio

Google dovrebbe mettere a disposizione la possibilità di caricare fino a 20 mila brani gratuitamente mentre Amazon limita lo spazio free a 250 tracce a cui si aggiungono quelle acquistate dal suo store.

Comodo

Si potrà utilizzare Google Play Music con il medesimo account con il quale utilizzate il telefono o il vostro tablet Android (come del resto avviene con tutti i servizi Google) senza la necessità di aprirne un altro, come è invece normale fare con Amazon.




Reply