Google ha rimosso più di 200 milioni di collegamenti a siti pirata

Google quest’anno ha rimosso circa 200 milioni di risultati dalle sue ricerche, rimozioni dovute a motivi di copyright e di pirateria.

Nel 2012 le rimozioni erano state “solo” 50 milioni, in pratica nel 2013 la cosa è aumentata di quattro volte.

Secondo alcuni analisti l’aumentare delle rimozioni non è dovuto ad una maggiore diffusione della pirateria ma bensì da una maggiore attenzione da parte delle major e dei possessori del copyright.

Inoltre Google ha la strada spianata e nessuna preoccupazione grazie al Digital Millennium Copyright Act che rende immuni dal tribunale le aziende informatiche che rimuovono collegamenti a pagine contenenti materiale protetto da copyright.

La maggior parte degli utenti che sfrutta la pirateria informatica lo fa attraverso i motori di ricerca, di conseguenza la rimozione dei risultati dalle ricerche è una delle vie più efficaci per contrastare la violazione di copyright. Ovviamente c’è comunque l’utenza di nicchia che conosce già i vari siti o network p2p a cui affidarsi.




Reply