Google Foto e Google Drive si dividono, ecco cosa c’è da sapere

0
452
Google Foto e Drive

Cosa succede quando sincronizziamo delle foto? Finiscono nell’app delle foto. Anche se stiamo utilizzando Google Drive per sincronizzare il tutto. Un attimo, è normale tutto ciò? Probabilmente per alcuni utenti questa è la normalità. Perché se vogliamo, in fondo, stiamo usando un cloud comune nel quale inserire tutti i nostri dati. Quindi, cosa c’è di sbagliato? Secondo Google, tutto! Ed è per questo che ha deciso di dividere i due servizi una volta per tutte.

Google Foto e Drive si dividono

Al momento, sì, entrambi i servizi sono connessi fra di loro. Basta andare all’interno di Google Drive e cercare la cartella delle Foto. Ed in un certo senso, possiamo sempre consultare le stesse foto andando nel servizio Google Foto.

Non sono attualmente doppioni: se eliminiamo delle foto da Google Drive, queste spariscono anche da Google Foto (e viceversa). Probabilmente la casa ha raccolto qualche protesta in base a questa confusione, e così BigG ha deciso di eliminare del tutto il problema dividendo i due servizi.

Cosa accadrà ai due servizi

Quindi cosa accadrà ai due servizi? La faccenda è semplice: tutte le foto e video che sono al momento memorizzati in Drive (che quindi sono allo stesso tempo sincronizzati con Foto) rimarranno al suo interno.

Non verranno memorizzate nuove foto e video a partire da Luglio 2019. Questi file verranno disconnessi da foto, perciò bisognerà trasferirli al nuovo servizio. Quindi non allarmatevi se aprendo il programma troverete tutto vuoto (come minimo sarà lasciato un avviso)! E’ comunque possibile che le foto rimarranno all’interno e disconnesse da Google Drive, dipende da come il programma vedrà il metodo di salvataggio.

Ma il vecchio sistema mi piaceva, cosa posso fare per continuare ad usarlo? Google ha comunque pensato di aggiungere un pulsante “Salva in drive” per le foto che sono disponibili in Google Foto.

Questo non mette in salvo gli utenti che però sincronizzavano contenuti simili in Google Drive, i quali al momento vivono in confusione. Se volete un nostro consiglio, procuratevi AutoSync e impostatelo per sincronizzare tutto ciò che vi sembra più adatto, visto che poi finirà su Google Drive.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.