Google fa una pulizia invernale, a breve saranno chiusi dei servizi

Google attuerà una “pulizia invernale” che andrà a chiudere alcuni servizi attualmente offerti. Con una continua evoluzione tecnologica e con la nascita di nuovi servizi più avanzati che ne inglobano altri queste dismissioni diventano necessarie.

L’annuncio è arrivato con un post sul blog ufficiale di Google.

Eccovi una traduzione dell’annuncio:

  • Il 4 Gennaio 2013, verranno eliminate alcune delle funzionalità meno conosciute di Google Calendar. Non potrai più creare intervalli di appuntamenti ma quelli esistenti continueranno a funzionare per un anno. Inoltre saranno interrotti Labs di Calendar—Smart Rescheduler(suggeriamo “Find a time” o “Suggested times” come alternative) e l’aggiunta di gadget tramite URL. Infine “Controlla il tuo calendario via sms” e “Crea evento via sms”—Le funzionalità disponibili solo negli Stati Uniti per creare e controllare meeting inviando informazioni a google verranno interrotte oggi dato che maggior parte degli utenti preferisce l’applicazione mobile di Calendar.
  • Google Sync è stato progettato per permettere l’accesso a Google Mail, Calendar e Contatti tramite il protocollo Microsoft Exchange ActiveSync®. Con il recente lancio di CardDAV, Google ora offre un accesso simile tramite IMAP, CalDAV e CardDAV, rendendo possibile un’esperienza di sincronizzazione uguale usando protocolli open. A partire dal 30 Gennaio 2013, i consumatori non potranno configurare i nuovi dispositivi utilizzando Google Sync; tuttavia le esistenti connessioni a Google Sync continueranno a funzionare. Google Sync continuerà ad essere pienamente supportato per le Google Apps per Affari, Governo ed Educazione. Gli utilizzatori saranno “immuni” a questo annuncio.
  • In aggiunta a Google Sync, dal 14 Dicembre 2012 sarà interrotto Google Calendar Sync e dal 30 Gennaio 2013 Google Sync per i Nokia S60. Dal 30 Gennaio 2013 daremo inoltre fine anche al servizio per SyncML, una sincronizzazione dei contatti usata da un ristretto numero di dispositivi mobili più vecchi.
  • L’Issue Tracker Data API permette alle applicazioni di visualizzare e aggiornare problemi sul Project Hosting su Google Code nel formato dei feeds di Google Data API. Lo disattiveremo il 14 Giugno 2013.
  • Punchd è un’applicazione che conserva le carte fedeltà sul vostro smartphone. A partire dal 7 Giugno 2013 disattiveremo l’applicazione per Android e iOS e i venditori non avranno più carte fedeltà Punchd. Gli utenti possono continuare a guadagnare pugni e riscattare i premi alle imprese partecipanti fino al 7 Giugno 2013. Rimarremo focalizzati nello sviluppare prodotti che aiuteranno commercianti e acquirenti di comunicare in nuovi e utili modi.

Si tratta comunque di servizi poco utilizzati o ormai superati.

In ogni caso vi rimandiamo sempre al post originale raggiungibile qui.




Tags:

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.