Google fa fuori 11 milioni di siti dal motore di ricerca

Google si sa, ultimamente è occupata in una serie di grosse manovre: Google +, restiling di Gmail, Android e tutti gli altri prodotti web all’orizzonte, ma non bisogna dimenticarsi che il “core business” dell’azienda restano sempre le ricerche con miliardi di visite giornaliere al sito google

Si, perchè senza l’invenzione del motore di ricerca Google non avrebbe fatto tutta questa strada e tutti questi soldi per investire in altre attività. Per cui è necessario che il motore sia sempre affidabile, veloce e sicuro.

Google, stufa di combattere con tutto lo spam proveniente da alcune aree della corea, ha buttato fuori dai propri risultati l’intero blocco di sottodomini .co e .cc.

Significa far fuori 11 milioni di siti web in un colpo solo, e sicuramente non dev’essere stata una decisione facile.

I sottodomini appartengono ad una compagnia coreana che offre domini molto economici o anche gratuiti, e sono diventati in breve tempo la dimora di un enorme numero di siti che ospitano malware.

Certamente Google avrà fatto un enorme numero di “danni” agendo così, rimuovendo anche aziende e siti “normali”.

Riteniamo che sia solo un modo per convincere il provider coreano a darsi una regolata e questo tipo di azioni si rendono necessarie. Riteniamo che possano “rientrare” tali siti dopo un’attenta analisi del provider. Vi terremo aggiornati.

 




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.