Google diventa operatore mobile con Project Fi

Google è diventato anche un operatore di telefonia mobile, almeno negli Stati Uniti. Infatti ha da poco lanciato Project Fi con il quale consente ai possessori dei Nexus 6 di affidarsi a Google stessa come operatore mobile.

“In maniera simile al nostro programma Nexus, Project Fi ci consente di lavorare a stretto contatto con gli operatori principali e ai produttori in modo da spingersi sempre più al limite.” scrive Google in un post del suo blog.

Project Fi richiede hardware e software specifici che per il momento sono presenti sono all’interno del Nexus 6 prodotto da Motorola per conto di Google. Per il momento il progetto è ancora in “early access” e per ottenere la speciale SIM card bisogna registrarsi e aspettare che si venga invitati.

Il costo è fisso, 20$ al mese, per chiamate ed SMS mentre per il traffico dati rispetto agli altri operatori l’utente andrà a pagare solamente i dati utilizzati. Il costo è di 10$ per GB al mese e a fine mese se si era acquistato più traffico di quanto se ne è consumato l’azienda di Mountain View rimborserà automaticamente la differenza.

For $20 a month you get all the basics (talk, text, Wi-Fi tethering, and international coverage in 120+ countries), and then it’s a flat $10 per GB for cellular data while in the U.S. and abroad. 1GB is $10/month, 2GB is $20/month, 3GB is $30/month, and so on. Since it’s hard to predict your data usage, you’ll get credit for the full value of your unused data. Let’s say you go with 3GB for $30 and only use 1.4GB one month. You’ll get $16 back, so you only pay for what you use.
If you go over your plan, Google will simply charge you at a pro-rated rate of $10 per GB. In other words, if you pay for data and don’t use it, you get refunded. If you don’t buy data and use it, you end up paying the same amount. There are no family plans available, but neither does it require a contract of any kind.

Il servizio offerto da Google è reso possibile grazie all’aiuto di T-Mobile e Sprint, infatti gli utenti di Project Fi avranno accesso ad entrambe le reti in maniera trasparente con il servizio made in Mountain View che passerà in maniera intelligente da una rete all’altra per mantenere una buona ricezione.

Project Fi rende possibile sfruttare anche le normali reti WiFi per le chiamate vocali e gli SMS, il tutto mantenendo sempre un alto di livello di sicurezza. Le chiamate vocali migreranno in maniera automatica dalle reti WiFi a quelle LTE senza interruzioni.

Inoltre stando a Google il numero di telefono “vive nel cloud” consentendo all’utente di poterlo sfruttare, per chiamate etc, anche attraverso tablet e portatili.

Link Project Fi

Link Google Blog




Tags:

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.