Google, cancellati 1,7 miliardi di annunci con pubblicità ‘cattiva’

Google è il più grande rivenditore di pubblicità online al mondo, attraverso le sue note piattaforme AdSense e DoubleClick. Ogni giorno mostra miliardi di annunci pubblicitari facendo da intermediario tra gli inserzionisti, che pagano per mostrare le loro pubblicità, e i siti che mostrandole ricavano dei soldi

Fornire un’adeguata e valida pubblicità ai siti che lo “meritano” è uno dei primi obiettivi del colosso americano. Nel 2016, nel corso del suo rapporto periodico Bad Ads, Google fa sapere che sono stati rimossi 1,7 miliardi di annunci che violavano le proprie policy

Quali annunci sono stati rimossi

Tra gli annunci rimossi quelli per prodotti illegali (per esempio come quelli del settore farmaceutico) e quelli legati al gioco d’azzardo (cancellati oltre 17 milioni di annunci)

Lotta anche agli annunci fuorvianti che cercano click con false informazioni o offerte di ‘cure miracolose’ (rimossi circa 80 milioni)

Nel 2016, sempre secondo Google, c’è stato un aumento considerevole di ‘tabloid cloaking’, un nuovo tipo di annuncio ingannevole che si spaccia per una notizia vera. Per contrastare questo tipo di fenomeno Google dice

blocchiamo gli inserzionisti, nel 2016 abbiamo sospeso oltre 1.300 account. Nel corso di un singolo intervento a dicembre 2016 abbiamo bloccato 22 inserzionisti responsabili per un traffico di oltre 20 milioni di visualizzazioni in una sola settimana

Scott Spencer, Global Director of Product Management for Sustainable Ads di Google, spiega:

Gli annunci hanno un ruolo vitale nella sostenibilità economica dell’open web. A luglio abbiamo introdotto una norma per escludere le pubblicità sui ‘payday loans’, un tipo di prestiti a breve termine che spesso si trasforma in un debito insolvibile per gli alti tassi d’interesse.

Nei sei mesi dall’attivazione di questa policy abbiamo disattivato oltre 5 milioni di questi annunci. In secondo luogo abbiamo rafforzato le nostre tecnologie.

Per esempio sugli annunci “trick to click” che compaiono come avvertimenti del sistema operativo del dispositivo ma poi scaricano invece malware.

Nel 2016 i nostri sistemi hanno individuato e rimosso un totale di 112 milioni di annunci “trick to click”, sei volte di più rispetto al 2015

 



Ti potrebbe interessare:


Reply