Gli unici telefoni rimasti sul sito Web Microsoft Store sono Android

0
63
windows 10 mobile

Doveva succedere, prima o poi. Che Windows versione mobile fosse in pieno declino si sapeva già da un bel pò di tempo. Tuttavia, per chi come me ha creduto nei Windows Phone e ci ha anche sviluppato, è un po ‘triste vedere che il Microsoft Store vende esclusivamente smartphone Android.

Nelle scorse ore anche l’app ufficiale di Instagram è stata rimossa dal Microsoft Store segno che molti colossi stanno piano piano terminando d’aggiornare le loro applicazioni per questo sistema operativo.

Nello store di Microsoft, prima di essere rimossi, erano rimasti due telefoni:

  • Hp Elite X3
  • Idol 4S

Probabilmente alcune persone avranno anche acquistato questi dispositivi cercando di dare una possibilità a quello che da molti era stato definito il 3° sistema operativo mobile più importante dopo iOS e Android.

microsoft store

Microsoft Store non vende più telefoni Windows

Al loro posto ci sono il Galaxy S8 e S8 Plus, Galaxy Note 8, Galaxy S9 e S9 Plus e Razer Phone. Non bisogna essere chissà che geni della telefonica per capire che Microsoft sembra aver deciso di non puntare più su Windows mobile.

Dopo tutto, l’azienda offre molti dei suoi servizi su Android nella speranza di espandere il suo ecosistema. A tal proposito, infatti, molti prodotti come il browser Edge, SMS Organizer, Microsoft Launcher e Microsoft Translator sono disponibili gratuitamente su Android.

Di recente, per rimanere in tema ecosistema, anche Windows Defender è stato trasformato in una estensione per Chrome.

La strategia di Microsoft

Questa è una strategia che si allinea con la rifocalizzazione di Microsoft sul cloud e la decisione di abbandonare, almeno per il momento, il sistema operativo mobile Windows 10 (ex Windows Phone).

Questa è anche una strategia che potrebbe dare vita al sistema operativo Windows Core, un sistema operativo “modulare” che comporterebbe maggiore adattabilità ai supporti, una leggerezza finora mai raggiunta, una grande adattabilità e compatibilità oltre che consumi di risorse decisamente ridotti rispetto a quanto offerto da Windows 10.

Che ne pensate? Diteci la vostra amici.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.