Gli antivirus sono morti, lo dice Symantec

Da tempo ci si dibatte sulla reale utilità degli antivirus, c’è chi afferma che siano inutili e che appesantiscono solo il sistema e chi invece sostiene che sono fondamentali sui sistemi maggiormente colpiti come Windows. Vediamo cosa pensano le aziende produttrici di antivirus.

Durante una intervista al Wall Street Journal il vice-presidente della divisione di sicurezza informatica di Symantec, Brian Dye, ha fatto sapere che antivirus tradizionali ormai sono morti e che l’azienda è alla ricerca di nuove soluzioni di sicurezza informatica per creare nuovi profitti, soprattutto per il mondo aziendale.

Stando alle parole di Dye gli antivirus tradizionali riescono a bloccare solo 45% delle minacce informatiche e c’è bisogno di ripensare alle tecniche utilizzate per proteggere i PC. La stessa Symantec all’interno della sua security suite ha cominciato ad aggiungere nuove funzioni come un password manager e una protezione ai link malevoli condivisi sui social network come Facebook.

Anche altre aziende del settore si stanno evolvendo portando avanti nuove soluzioni, insomma gli antivirus che provvedono solo alla semplice protezione dei file infetti non sono più efficaci e non sono più considerati una fonte di guadagno da parte delle aziende di sicurezza.



Ti potrebbe interessare:


Reply