FBI ancora all'attacco: 3 siti di APK illegali rimossi!

Android di certo è un terreno fertile per applicazioni dal fondo illegale e dall’uso dubbio. Alcune di queste sono hostate sul Google Play, che in quanto a controlli deficita non poco, mentre altre sono hostate su siti di terze parti senza passare per lo store… L’FBI si lancia contro questi siti fermandone l’operato di ben 3 in maniera definitiva.

I siti in questione, ovvero applanet.net, appbucket.net e snappzmarket.com consentivano di scaricare App a Pagamento in maniera del tutto gratuita. Spesso non era necessario neanche accedervi da PC oppure effettuare il rooting, ma semplicemente installare l’APK ottenuto da uno di questi siti.

I siti sono stati bloccati, ma i file stoccati risiedono su Server esteri che non ricadano sotto la giuristizione americana.

Per questo ed altro, USA Paesi Bassi e Francia (questi 2 stati non hanno politiche particolarmente restrittive sui contenuti dei server) stringeranno un accordo, anche se per quanto detto dagli USA, in controllo sui domini .com , .net e altri è praticamente solo loro, avendo la grande maggioranza dei servizi di DNS dalla loro.

 




Reply