Facebook, un bug ha cambiato le impostazioni privacy di 14 milioni di utenti

Torniamo a parlare di facebook e di privacy degli utenti. C’è una novità riguardane un nuovo problema per la sicurezza degli utenti. A rendere noto del problema ci ha pensato direttamente il colosso americano dei social network. Facebook, infatti, ha reso noto che, a causa di un bug, alcuni post pubblicati da utenti con alcune restrizioni di privacy (per l’esclusiva visione degli amici) sono invece risultati pubblici, ovvero visibili a tutti.

Il problema, stando sempre a quanto dichiarato da Facebook, si sarebbe verificato nel mese di maggio 2018 e avrebbe interessato circa 14 milioni di utenti. La società ha affermato che l’inconveniente è stato risolto e che avviserà tutti quelli utenti che sono stati coinvolti con questo problema.

Un bug ha modificato le impostazioni di privacy degli utenti su facebook

Facebook continua dunque a finire sotto i riflettori per problemi relativi alla privacy dei suoi utenti, dopo l’oramai noto scandalo Cambridge Analytica per il trattamento dei dati di 87 milioni di utenti. Il nuovo errore si è verificato mentre la piattaforma lavorava a una nuova modalità di condivisione di alcuni elementi del profilo degli utenti, come le foto.

Una sorta di ‘bug’ che avrebbe trasformato in ‘pubblici’ alcuni post impostati in altro modo, tipicamente visibili solo ai propri ‘amici’. Nel dettaglio, il problema si è verificato fra il 18 e il 27 maggio scorsi.

Abbiamo risolto questo problema e informeremo tutte le persone coinvolte chiedendogli di rivedere ogni post fatto in quel periodo di tempo” si legge su un post pubblicato dal capo della privacy di Facebook, Erin Egan, che ha confermato come il bug non abbia coinvolto alcun contenuto condiviso prima dell’intervallo “incriminato”.

Almeno, sotto questo profilo, Facebook sembra aver imparato la lezione e sembra proprio che Mark Zuckerberg voglia mantenere gli impegni presi con i governi di mezzo mondo.

Cosa causava il bug in dettaglio

Chi conosce facebook e usa le limitazioni dei post sa benissimo che il social network tiene le impostazioni di privacy sui post all’ultima mossa decisa. Ad esempio se un utente ha pubblicato un post rendendolo visibile a tutti la successiva impostazione (sul prossimo post) rimarrà tale.

Il bug, invece, in questo specifico caso, avrebbe reso pubblici contenuti anche dopo che gli ultimi postati dagli utenti erano normalmente privati. Secondo Facebook il problema dovrebbe essere già risolto in automatico, nel senso che gli effetti sarebbero stati corretti e i post riportati allo stato originariamente deciso (o presumibilmente tale).

In ogni caso, come si diceva, si chiederà una revisione da parte degli utenti coinvolti.




Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.