Facebook, più controlli contro haters e introduzione del Page Quality

Dopo aver deciso di introdurre il tasto “info” che, permette agli utenti di capire di che pagina si tratti e di valutare la sua attendibilità o meno, facebook introduce due importanti novità per le pagine che pubblicano contenuti contrari al proprio regolamento. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e la sua importanza.

Facebook introduce il Page Quality

La prima novità che vi segnaliamo è l’introduzione da parte del colosso dei social network di un nuovo strumento per i gestori delle pagine, chiamato Page Quality. Questo nuovo strumento sarà attivo a partire da oggi e sarà disponibile per tutti gli utenti che che amministrano una Pagina facebook.

All’interno degli strumenti di amministrazione della pagina facebook vi ritroverete una nuova scheda, dedicata proprio alla qualità della pagina, dove saranno mostrati i contenuti rimossi a causa della violazione degli standard della community (per contenuti rimossi per violazione ci riferiamo a post come quelli che fomentano l’odio oppure quelli graficamente violenti, o anche quelli che incitano o mostrano molestie e bullismo) e i contenuti giudicati come falsi da controlli di terze parti.

Questo strumento sarà certamente molto utile ai gestori delle pagine visto che fino ad oggi non riuscivano a capire le motivazioni di qualche post eliminato da facebook. Ora con questo strumento è possibile capirne di più.

A tal proposito si legge nel comunicato facebook:

Stiamo intraprendendo nuove iniziative su come gestiamo i contenuti della pagina che vanno contro le nostre politiche.

Se siete recidivi facebook vi penalizzerà

Un’altra novità interessante introdotta sempre da facebook è il “giro di vite” contro quelli avvisati ma che continuano a perseverare. Cosi come anticipato nel comunicato ufficiale di facebook, il regolamento del social network prevedeva il divieto di creare nuove pagine, gruppi o eventi simili a quelli rimossi per violazione degli standard della community. Tuttavia, il divieto veniva facilmente aggirato perché gli utenti pubblicavano gli stessi contenuti su pagine già esistenti.

Da adesso non sarà più possibile fare ciò. Ci saranno molti più controlli e attenzione da parte di Facebook.

Per questo motivo la piattaforma «potrà rimuovere Pagine o Gruppi» anche se non violano direttamente la policy di Facebook ma sulla base di una serie di informazioni. Come, ad esempio, «confrontare il nome della persona che gestisce una Pagina se è lo stesso o simile a quella di una Pagina già rimossa».

Tutto chiaro?




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.