Cuffie bluetooth, una scelta sempre più diffusa

La paura più grande quando si sente parlare di cuffie bluetooth è quella che possano essere dannose per l’organismo. Ebbene, non è così: le cuffie bluetooth non fanno male.

A dimostrarlo sono vari studi e lo afferma anche il biologo John Moulder, esperto di radiazioni presso l’Università del Wisconsin, negli Stati Uniti. Le cuffie bluetooth non sono dannose per il semplice fatto che la potenza della radiazione usata è davvero troppo poca per causare un qualsivoglia danno.

Le radiazioni elettromagnetiche dei dispositivi bluetooth, o quantomeno delle cuffie, dunque, non possono recare danni all’organismo.

E questa è una buona notizia soprattutto se si pensa che le cuffie bluetooth stanno prendendo sempre più piede, arrivando persino a battere le vendite delle classiche cuffie con i fili. Già a partire dallo scorso anno, infatti, le cuffie bluetooth sono state il tipo più venduto negli Stati Uniti, impostando un nuovo record.

Nonostante il record di vendite sia stato toccato a 2016 inoltrato, il cammino delle cuffie wireless è iniziato molto prima. Dapprima diffidente, il pubblico ha iniziato ad apprezzare sempre di più questa nuova tecnologia, anche per un accessorio come le cuffie.

Perché le cuffie bluetooth sono meglio di quelle con i fili

Le ragioni dietro a questo trend sono diverse, prima fra tutte la comodità delle cuffie wireless. Senza i fili di mezzo si è più comodi di muoversi liberamente, senza più cavi ingarbugliati o che si agganciano alle zip o ai capelli lunghi.

Quasi tutti i modelli, poi, non funzionano nemmeno più con le batterie, ma dispongono di un caricatore dove riporre le cuffie bluetooth quando non le usiamo, in modo da averle cariche per la prossima volta.

Per i gamer avere delle cuffie bluetooth, significa poter muoversi più liberamente, alzarsi e magari allontanarsi un attimo dal pc o dalla console senza dover togliersi le cuffie o senza dover strattonare i cavi.

E a proposito di cavi, quello è il punto debole delle cuffie classiche. È vero che i fili permettono un ascolto leggermente migliore della musica, tuttavia sono molto fragili. Uno strattone di troppo ed ecco che il suono non arriva più agli auricolari.

Avvolgere troppe volte il filo per sistemarlo, poi, può danneggiare i cavi interni facendo sì che non si possa più ascoltare musica.

Insomma, il cavo ormai è out.

Le cuffie bluetooth sono le più economiche

Un altro fattore determinante per il successo bluetooth è stato sicuramente anche il loro prezzo che, nel tempo, è andato via via riducendosi. I prezzi più bassi, le promozioni e la pubblicità hanno garantito il successo delle cuffie bluetooth fra il pubblico, soprattutto quello più giovane.

Inoltre c’è da considerare che oggi le cuffie si usano per tutto. Mentre qualche decennio fa le cuffie erano usate solo per gli walkman e i lettori cd prima e per i lettori mp3 dopo, con l’avvento degli smartphone sono diventate indispensabili.

Chi non guarda qualche video su Youtube o su Facebook durante i viaggi sui mezzi pubblici, o mentre fa la fila in un qualsiasi sportello?

La popolarità della tecnologia bluetooth, quindi, è dovuta a diversi fattori.

Forse, diciamolo, ha inciso anche il fatto che ora la Apple ha deciso di non dotare più i suoi apparecchi con il jack audio, a partire dal suo IPhone 7. Anche se non è stata la prima azienda a farlo (già prima di lei la Lenovo), la Apple è famosa per lanciare nuovi trend, seguiti da tutti i suoi fedeli clienti e non solo.

Per quanto riguarda la cancellazione del rumore, anche le cuffie bluetooth stanno facendo dei passi da gigante. La Sony ha infatti rilasciato un modello con un’esperienza d’ascolto unica per limpidezza del suono e cancellazione dei rumori esterni. Quello che prima era impensabile, ora è una realtà sempre più in evoluzione.

Svantaggi delle cuffie bluetooth

Come tutti gli accessori elettronici, anche le cuffie bluetooth hanno dei punti deboli che è giusto considerare al momento di decidere quale tipo di cuffie acquistare.

Ad esempio hanno una trasmissione a breve distanza e quindi allontanarsi troppo dall’apparecchio potrebbe comportare delle interferenze. Il “quanto” sta nel tipo di cuffia wireless e nella sua qualità.

Un altro svantaggio rispetto alle cuffie normali è che devono essere ricaricate periodicamente, ma in un mondo talmente digitalizzato come quello odierno, che differenza fa un apparecchio in più o in meno da ricaricare?

Infine l’installazione. Come qualsiasi altro dispositivo bluetooth possono esserci dei problemi di connessione o riconoscimento dell’apparecchio.

Data la crescente popolarità delle cuffie bluetooth, tuttavia, sembra proprio che i loro svantaggi siano decisamente minori rispetto ai vantaggi che hanno da offrire.

Gli studiosi di marketing, infatti, prevedono già che le cuffie bluetooth saranno il futuro dell’elettronica, stimando che entro il 2022 queste saranno l’unico tipo ti cuffie disponibili sul mercato.




Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.