Cos’è WmiPrvSE e perché sta consumando tutta la CPU?

Il nostro PC va lentissimo. Guardando nei processi, notiamo che c’è un singolo programma chiamato “WmiPrvSE.exeche sta consumando tutta la nostra CPU. Ma cos’è, e perché si comporta a questo modo?

WmiPrvSE, cos’è

Il WMI Provider Host (o anche definito Microsoft Windows Management Instrumentation, Strumentazione gestione Windows) è un processo che fornisce dettagli generali o comuni a tutti i programmi che ne fanno richiesta. Praticamente, di suo, non fa niente almeno finché qualche programma non fa una specifica richiesta (come, ad esempio, il tipo di PC che abbiamo).

WmiPrvSE

Va bene, ma perché continua ad usare così tanta CPU?

Diciamo subito che non è normale che questo processo consumi così tanta CPU. Come abbiamo già detto, però, il consumo di CPU avviene quando un programma ha bisogno di particolari istruzioni che solo quel servizio può dare. Perciò, può essere importante interagire con i vari programmi aperti piuttosto che con il processo in sé.

Se non riuscite a trovare il programma che sta continuamente richiamando quel processo, potete provare a riavviarlo. Se provate a chiudere “normalmente” WmiPrvSE non ci riuscirete visto che è un processo “protetto” da Windows, dovete piuttosto entrare nei Servizi per sistemare il tutto.

Aprite i servizi. Potete fare ciò cercando “services.msc” nella ricerca di Start in Windows 10 oppure aprendo Esegui (combinazione WIN+R) e digitando sempre lo stesso nome.

Cercate poi il servizio “Strumentazione gestione Windows”. Cliccateci sopra con il tasto destro e cliccate poi su “Riavvia”. Attendete solo qualche secondo, poi potete tornare a chiudere di nuovo tutto. Se l’utilizzo della CPU continua ad essere elevato, allora è tempo di capire qualche programma sta disturbando il servizio. Per fare ciò, dovete usare prima di tutto il visualizzatore d’eventi.

Potete aprire questo programma cliccando con il tasto destro su Start e passando poi su “Visualizzatore eventi”. Una volta all’interno, cliccate su “Registri applicazioni e servizi” e poi su “Microsoft”. Seguite quindi in “Windows” ed infine andate in “WMI-Activity”.

Tutto quello che dovrete trovare all’interno sono gli errori relativi all’attività di WMI. Una volta che ne avete trovati, cercate nel testo che descrive l’errore la traccia “IDProcessoClient =”. Questo indica l’esatto programma che ha provocato l’errore e sta consumando inutilmente la vostra CPU. Ora che avete il numero ID del processo, dovete aprire Gestione Attività. Per farlo, premete la combinazione CTRL+SHIFT+ESC.

In dettagli potete trovare il programma colpevole: ora sta a voi decidere se chiuderlo solamente oppure eliminarlo dall’avvio del sistema – se non disinstallarlo completamente!

Avete risolto il vostro problema? Come sempre siamo a disposizione per eventuali chiarimenti.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.