Cos’è Google Play Protect e la certificazione Android

“Oh no! Hai sentito? Altre 5 apps sono state scovate in Google Play, ed infettano i cellulari con un virus che ruba tutti i dati! Google, perché non ci proteggi?” dissero in molti…

Ormai non è più una novità sentire che Android è minacciato da un nuovi Malware. Ma vi sono attualmente diverse cause per il quale il nostro Smartphone finisce nel mirino di parecchi Hackers, pronti a fare un guadagno rapido con i nostri dati personali.

E’ anche vero che la frammentazione dei vari sistemi operativi (c’è chi sta ancora usando Android Jelly Bean ad esempio) provoca un problema nella sicurezza, poiché Google non cura più quei sistemi operativi e non rilascia Patch di sicurezza necessari alla protezione.

Alcune marche (tipo la Samsung) aggiungono i propri criteri di sicurezza che danno almeno un grado di protezione dai Malware, aggiornamenti che vengono rilasciati anche su cellulari rilasciati dal 2014 in poi.

Dall’altro canto, abbiamo appunto alcuni Chipset come quelli della Qualcomm, che sono stati spesso criticati per vari buchi di sistema piuttosto gravi – buchi purtroppo molto difficili da “tappare” e che hanno spesso costretto gli utenti a comprare un cellulare nuovo con un chipset diverso, più aggiornato o completamente differente dalla radice.

Google ha intenzione di fermare tutto ciò. Secondo loro, la certificazione Android può salvare la privacy di parecchi utenti.

Cos’è Play Protect di Google

Ma come funziona la certificazione Android, insieme al così definito Play Protect?

Iniziamo dalla base che coprirà tutti i cellulari esistenti, in particolare quelli più aggiornati. Il Play Protect è la nuova suite di programmi e funzioni dedicati alla sicurezza di Google, che ha già iniziato le sue funzioni sostituendo la Gestione Dispositivi Android (quella addetta a cercare il nostro cellulare se lo perdiamo) con una più leggera ed aggiornata.

Inoltre, vari tipi di nuovi scanner antivirali sono stati inseriti nel sistema, che funzionano attraverso l’App di Google – quella centrale. Un sistema simile era già in funzione, ma ora è molto più potente.

La certificazione Android però è tutta un’altra storia. Viene data a Smartphone che sono ritenuti molto più sicuri degli altri, e che rimarranno protetti a lungo. Avete presente la Samsung, di cui abbiamo parlato poco fa?

Questa marca rientra facilmente nella certificazione Android, proprio per i loro aggiornamenti prolungati sulla protezione del cellulare. Altre marche come LG ed HTC sono anche in lizza per entrare sotto la certificazione.

Al momento perciò, il consiglio di Google sarà di comprare i cellulari che riporta il bollino della certifica. Questo approva un livello di sicurezza maggiore rispetto agli altri (o almeno, così la casa assicura).

Google Play Protect sempre in funzione

google play protect

Google Play Protect sarà sempre in funzione per proteggere i vostri dati, le tue app e il vostro dispositivo. Assicura una scansione attiva e offre le ultime novità in fatto di sicurezza dei dispositivi mobili, in un’ottica di continuo miglioramento. Il vostro dispositivo viene analizzato automaticamente ventiquattro ore su ventiquattro, così puoi dormire sonni tranquilli.

Eccovi un video di presentazione ufficiale di Google:

Per maggiori informazioni –> sito.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.