Cos’è la partizione riservata per il sistema, si può eliminare?

Se avete mai curiosato all’interno del vostro Hard Disk una volta installato Windows 7, noterete che c’è una partizione nascosta, che è chiamata come “Riservata al sistema” per qualche motivo. Questa è presente anche in Windows 8 e 10, ma non in sistemi operativi più vecchi.

Cos’è la partizione riservata al sistema?

Si tratta d’una parte del nostro Hard Disk che viene – appunto – riservata per il sistema operativo. Al suo interno sono contenuti dei files molto importanti, in particolare è conservato tutto quello che riguarda il Boot (l’avvio) e tutti i dati necessari per far funzionare BitLocker.

Questa partizione di solito non ha una lettera ed è nascosta nel nostro Hard Disk, possiamo vederla solamente con alcuni programmi o se apriamo la Gestione Disco (Tasto destro su Start o cercate in Pannello di controllo).

Questa partizione viene creata all’atto dell’installazione del sistema operativo. Come già detto, la funzione è presente da Windows 7 in poi. Da quest’edizione, la partizione consuma 100 mega del nostro HDD. In Windows 8 consuma 350 mega e in Windows 10 siamo arrivati a 500.

Se avete mai installato Windows nel vostro PC, noterete certamente il messaggio che vi sarà dato poco dopo la creazione della partizione. In questo messaggio è contenuto l’avviso che Windows ha bisogno d’una partizione a parte per funzionare.

Adesso passiamo al dunque: possiamo eliminare questa partizione?

Avere un motivo per guadagnare giusto 100 – 500Mb di spazio è un po’ estremo nel caso della partizione riservata, ma analizziamo come si può fare.

Come già descritto, all’interno di questa partizione sono contenuti i file di Boot e il necessario per BitLocker. Se eliminiamo la cartella una volta che il nostro sistema operativo è installato, non partirà più: i file di Boot sono mancanti, perciò l’avvio è impossibile.

Senza questa partizione inoltre, BitLocker non funziona o smetterà di funzionare se era attivo già da prima. In un certo senso, è possibile modificare Windows per accettare i file di Boot all’esterno della partizione, ma richiede un gran numero di operazioni ed è troppo rischioso.

Tuttavia, potete prevenire la creazione della partizione stessa. Tutto quello che dovete fare è presentare a Windows l’Hard Disk con la partizione già creata all’installazione: questo costringerà il sistema operativo a procedere e a “piazzare” i file di Boot all’interno della partizione primaria (Ricordatevi però i rischi di sicurezza che ciò comporta).

Potete creare una partizione preventivamente in diversi modi: con un secondo PC, con un programma che potete far partire prima dell’installazione dal vostro lettore CD o USB, o potete usare l’utilità Diskpart all’interno del programma d’installazione di Windows.

Per fare ciò, premete la combinazione SHIFT+F10 per aprire il Prompt dei comandi. Digitate Diskpart. Adesso dovete selezionare l’Hard Disk che installerà Windows. Se ne avete solo uno nel vostro PC, digitate “select disk 0” seguito poi da “create partition primary”.

Questo userà tutto il vostro HDD per creare la partizione necessaria.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.