Cosa è importante inserire in un Backup

Effettuare un Backup dei nostri dati ci permette di evitare disastri, qualora il nostro HDD o SSD smetta di funzionare. Vediamo però come farlo nel modo giusto.

Backup: cosa inserire

La prima regola più importante: non si chiama Backup se eliminiamo il file originale dal quale effettuiamo, appunto, un backup. Tenete sempre a mente questa regoletta, vi sarà utile quando arriverà il momento di recuperare i vostri dati!

Inoltre: è sempre una buona cosa salvare i vostri Backup in un unità esterna, più “fresca”. Questo farà in modo di conservare i vostri dati con più fedeltà.

Messo ciò a mente, cosa dobbiamo salvare nel nostro sistema?

  • I vostri dati più personali naturalmente sono in cima alla lista. Tutto ciò che riguarda i vostri documenti, le foto, i video.
  • Per quel che riguarda passwords d’eventuali programmi, tenete a mente che potete sincronizzare buona parte (se non tutte) le passwords attraverso Chrome e la sua sincronizzazione, tutte quelle di cui avete timore di perdere possono essere resettate o scritte a parte su un documento (al limite su un foglio di carta).
  • Lasciate perdere un backup integrale del sistema operativo ed i suoi Drivers. Al giorno d’oggi un backup simile richiede una quantità immane di tempo e può potenzialmente portare a problemi d’incompatibilità fra date e formati più in là. Un installazione fresca è la miglior soluzione, meglio se abbiamo Windows 10 con la sua reimpostazione completa tramite il ripristino. Non fatelo assolutamente mai se state cambiando PC, procurerete solo danni.
  • Effettuate un backup dei driver solamente se avete dispositivi molto particolari che richiedono dei driver su ordinazione, del quale magari non possedete il disco. Per fare ciò ci sono diversi programmi disponibili in rete, come Driver Max o Double Driver.
  • Non effettuate mai un backup di Programmi, quelli bisogna sempre reinstallarli. Fatelo solo al limite se il programma non si può più reperire sul web o su disco. Un programma crea diverse chiavi di registro per funzionare, e la loro mancanza può risultare solo in parecchi errori.
  • Alcuni programmi, come Steam, permette di creare un backup dei propri giochi e programmi. Cercate sempre un opzione simile fra quelle offerte.

Backup semplici e diretti

Ecco qualche consiglio utile se volete effettuare un backup semplice e diretto:

  • Sotto C:\Utenti è presente una cartella con il vostro nome. Se il vostro sistema operativo non è in uso, potete tranquillamente copiarla ed incollarla integramente in tutti i suoi contenuti. La vostra cartella utente contiene tutti i vostri file, download compresi (a meno che non avete cambiato la cartella di destinazione!) e come tale è facile effettuare un backup di quella cartella.
  • Se volete salvare anche i vari dati dei programmi che avete nel vostro sistema, in particolare buona parte delle password salvate o aggiornamenti, c’è una cartella nascosta all’interno chiamata “AppData”. Fate caso che non è un salvataggio sempre completo, perciò tenete sempre a portata di mano qualche modo per memorizzare le vostre password.
  • Usate un programma per effettuare i vostri backup automatizzati, ma come già detto lasciate perdere cartelle come Windows o Programmi.

Vi abbiamo sciolto qualche dubbio? 🙂




Reply