Contratti ADSL, La direttiva europea rivoluzionerà alcune norme introducendo dei diritti ai consumatori

La direttiva europea rivoluzionerà le norne che regolano la rete Internet in Europa, garantendo tre nuovi diritti a tutela dell’utente.. Vediamo un pò di regole assieme!

DIRITTO 1

Sarà finalmente possibile cambiare operatore (fisso o mobile) in un solo giorno, con al massimo poche ore di blackout della linea fissa, mentre il passaggio sarà istantaneo per quella mobile (adesso ce ne vogliono 5-10 giorni per la telefonia fissa e 3 per la mobile, e gli operatori possono causare un blackout di massimo 24 ore).

DIRITTO 2

Gli operatori dovranno fare contratti più trasparenti e specificare un maggior numero di dettagli per le loro offerte: qualità del servizio e tempi di riparazione guasti, ad esempio. Ma anche indicare, ad esempio, quali servizi (leggi Peer to Peer) verranno rallentati o filtrati!

DIRITTO 3

I contratti potranno durare al massimo 24 mesi, mentre ora in Italia alcuni arrivano anche a 30.

L’AGCOM ha imposto agli operatori di applicare indennizzi automatici agli utenti che subiscono alcuni disservizi, che saranno accreditati sulla prima bolletta utile.

L’utente dovrà limitarsi a segnalare il disservizio all’operatore per vedersi rimborsare:

  • 7,50 euro per ogni giorno di ritardo nell’attivazione di una linea o nella portabilità del numero fisso
  • 2,50 euro se il numero è mobile
  • 5 euro al giorno per ingiustificata sospensione del servizio
  • 5 euro per ogni giorno di ritardo nella riparazione di un numero telefonico fisso



Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.