Concorrenza browser: Multa salatissima dall’UE a Microsoft

561 milioni di euro è la cifra che l’azienda di Redmond dovrà versare all’Unione Europea per non aver rispettato i patti sulla scelta del browser.

Da maggio 2011 a luglio 2012, infatti, circa 15 milioni di utenti non hanno visualizzato la schermata che offre l’opzione di utilizzare altri browser; il vice presidente della Commissione Ue e responsabile della concorrenza, Joaquin Almunia, ha dichiarato:

“Nel 2009 abbiamo chiuso la nostra indagine su un presunto abuso di posizione dominante di Microsoft per il legame tra  Internet Explorer e Windows, accettando gli impegni proposti dall’azienda. Un inadempimento è un’infrazione molto grave che deve essere sanzionata di conseguenza.”

Microsoft si era infatti impegnata a rendere disponibile per 5 anni e quindi fino al 2014, la schermata di scelta che permettesse agli utenti Windows di installare un browser aggiuntivo o in sostituzione di Explorer, ma a quanto pare a causa di un errore tecnico, Microsoft ha disatteso l’impegno e si assume la responsabilità di ciò che è accaduto.

 

 




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.