Come vengono clonati i bancomat? ce lo spiegano le IENE

Ieri sera su Italia1 è tornata la famosa trasmissione televisiva LE IENE. La trasmissione tra i vari interessantissimi servizi ha trattato anche l’argomento clonazione di bancomat.

Come avviene?

Il furto dei numeri identificativi delle schede dei correntisti richiede l’installazione di alcuni dispositivi elettronici allo sportello, in particolare un microchip capace di leggere e memorizzare i dati della scheda al momento dell’inserimento della carta nella fessura, e una microcamera installata nella parte alta della postazione, utile per filmare la composizione del pin da parte del cliente della banca.

A spiegare il trucco un ragazzo bulgaro di 30 anni, nel 2009 finito in carcere proprio perché componente di una banda che clonava bancomat.

Il kit di clonazione dei bancomat arriva direttamente dalla Bulgaria e vengono installati sugli sportelli la sera o nel fine settimana. Una volta raccolti i dati, vengono create le carte clone con le quali incassare i soldi.

Le carte bancomat così clonate possono essere usate solo per i pagamenti via Pos, non per i prelievi mentre per le carte di credito l’operazione è più semplice. In media in un fine settimana vengono clonate 200 carte tra bancomat e carte di credito.

Pelazza (l’autore del servizio) è riuscito addirittura a prelevare DENATO CON LA TESSERA D’INGRESSO CHE USA PER ANDARE IN MEDIASET.

Eccovi il servizio completo delle IENE, è da seguire. LINK




Reply