Come trasformare il PC in un Media Server

Avete voglia di guardare un film, ma non avete un dispositivo decente dal quale guardare il contenuto video? Forse è tempo di trasformare il vostro PC in un media server. Cerchiamo di capire, prima di tutto, cosa significa media server e come si fa tutto ciò.

Cos’è un Media Server

Si tratta d’un qualsiasi dispositivo – PC, Hard Disk, un “Box” – che trasmette un contenuto multimediale attraverso la rete Wifi o LAN. Questi contenuti possono riguardare delle musiche, dei filmati o altri tipi di contenuti.

Ovviamente, per poter usufriore di queste funzioni c’è bisogno di qualche prerequisito. Questo può riguardare la presenza dell’UPNP attivo all’interno del vostro Router o l’attivazione d’un servizio secondario, perciò preparatevi nel caso ad esplorare anche qualche reparto del vostra rete se qualcosa andrà storto. Di regola, qualsiasi rete è capace di attivare questa funzione senza bisogno di particolari installazioni complicate.

Come trasformare il PC in un media server

Il primo metodo: il flusso multimediale di Windows. Proprio così: Windows ha una funzione integrata per attivare un “flusso multimediale” con il quale è possibile condividere filmati e musiche sulla rete locale. Il modo più facile per accedervi è attraverso il pannello di controllo.

Una volta aperto il pannello di controllo, digitate “Multimediale” in alto a destra e controllate fra le opzioni disponibili. Sotto “Centro connessioni di rete” sarà disponibile una scelta chiamata, appunto, opzioni flussi multimediali.

opzioni flussi multimediali

L’impostazione iniziale è facile, ma come è possibile aggiungere video, immagini ed altro al nostro ora attivo Media Server? Windows utilizza le vostre raccolte, che sembrano le tipiche cartelle standard che raccolgono “Immagini, Documenti, Musica, Video”. Se non le vedete in Esplora risorse, cliccate un qualsiasi punto vuoto sulla sinistra e scegliete “Mostra raccolte”.

Queste cartelle vengono utilizzate per lo streaming multimediale. Cliccate con il tasto destro su una di loro, andate su Proprietà, e andate quindi in “Aggiungi”. Da lì, potete aggiungere qualsiasi contenuto che desiderate, anche da un Hard Disk esterno, che verrà incluso nella raccolta scelta (video, musica, ect).

Potete quindi raggiungere il vostro Media Server attraverso le funzioni automatiche di box esterni come il Roku, o usando anche la vostra console PS4 o Xbox One.

Il secondo metodo: Plex. Questo metodo è adatto per chi cerca una soluzione automatizzata che può anche supportare una quantità più vasta di formati video ed audio. Plex è il più indicato per questo scopo.

Una volta creato un account, dovete scaricare un programma server e un programma client. Il server va naturalmente installato sul vostro computer, che consigliamo sia almeno decente nella sua composizione (Plex richiede un bel po’ di potenza CPU/RAM per codificare i contenuti video) mentre il client sul dispositivo ricevente.

Plex è compatibile con una marea di prodotti, comprese varie Smart TV e qualsiasi dispositivo munito di Android o iOS. Ed è tutto automatico!

Ci siete riusciti? Avete bisogno di aiuto? Siamo qui, come sempre!




Reply