Come mai le fotocamere doppie sono migliori

0
209
dual camera doppia fotocamera

L’ha fatto l’Huawei, l’ha fatto l’Apple. La Samsung al momento se n’è tenuta fuori con l’ultimo Galaxy S8. Di cosa stiamo parlando? Delle fotocamere doppie, o con sensore doppio, tecnologia che al momento sembra essere un sinonimo di qualità nelle foto. Ma parliamone nel dettaglio, dunque: cosa sono i fattori che rendono grandiosa una doppia fotocamera?

Fotocamere doppie: perchè sono migliori

Le foto hanno una migliore profondità. Per un certo senso si può definire più “tridimensionale” ma il punto è che un doppio sensore funziona quasi come avere appunto un paio d’occhi: con entrambi a disposizione il cellulare può effettuare una foto con una senso della profondità maggiore.

Qualcosa che con un singolo sensore è più difficile da ottenere, anche se non impossibile. Come tale, con un doppio sensore è possibile fare quanti più giochetti 3D possibili, anche se la mania delle immagini 3D è al momento piuttosto in ribasso.

Va detto che grazie a questa “profondità” nelle foto, è possibile avere a che fare con l’effetto “doppia messa a fuoco”. Chiamato anche effetto Bokeh, è possibile creare una particolare messa a fuoco dove un soggetto viene maggiormente evidenziato mentre l’orizzonte è sfuocato. Ciò è possibile con la combinazione delle due fotocamere: una scatta il soggetto messo a fuoco, l’altro ne fa una foto sfuocata, che poi allinea dietro il soggetto.

Progetto Tango di Google

Passando invece per qualcosa di più divertente, alcuni cellulari che hanno una doppia fotocamera possono partecipare al progetto Tango di Google. I cellulari compatibili con Tango possono installare dei particolari giochi e programmi che hanno un effetto di Realtà aumentata (se non sapete cos’è, prendete ad esempio Pokémon Go) assai più avanzata rispetto a quelli usati finora. Al momento i cellulari compatibili non sono molti, ma diventeranno sempre più numerosi nel tempo.

Livello di dettaglio maggiore nelle fotocamere doppie

Ma parliamo invece dei dettagli nudi e crudi: può una doppia fotocamera avere un livello del dettaglio maggiore rispetto ad una fotocamera con un sensore singolo? Nella maggior parte dei casi, sì.

Solo un cellulare è stato capace finora di combattere questa tecnologia ed è il Google Pixel. Tuttavia, è solo un modello di cellulare capace di fare ciò. Tutto il resto non riesce a tener testa al livello di qualità che una doppia fotocamera può offrire.

Questo viene da un semplice fattore: una doppia fotocamera può comprendere meglio i livelli di luce d’un ambiente. Grazie al doppio sensore capace di discernere meglio fra bianco / nero e colori, è possibile ottenere come risultato una foto con effetti neve o di disturbo assai minori rispetto a tante altre fotocamere integrate negli Smartphone.

Ciò significa che, sì, le fotocamere doppie possono scattare foto migliori in ambienti poveri di luce e spesso non hanno bisogno dell’aiuto del flash.

Anche lo Zoom ne beneficia da quest’aspetto. Anche se non è meccanico (in certi casi lo è, ma è molto limitato – L’Apple ha aggiunto uno Zoom meccanico nell’iPhone 7, ma è relativamente corto) può permettere un arricchimento dell’immagine e ottenere risultati migliori d’un semplice zoom digitale preso da una fotocamera a singolo sensore.

Questo è un fattore che è molto difficile da ottenere, ma possibile, soprattutto quando le due fotocamere lavorano in tandem per elaborare più livelli di Zoom. Del resto, il problema d’ingrandire troppo l’immagine usando lo zoom digitale permane lo stesso.

Alla fine, ne vale la pena vedere sempre più cellulari con una doppia fotocamera? Per un certo senso, questo è più un Trend che altro. La doppia fotocamera è un fattore che può rovinare o rendere fantastico un cellulare.

Google c’ha dato un perfetto esempio che non bisogna per forza avere un doppio sensore per avere foto fantastiche. Ma se state cercando grandiosi effetti speciali ed in futuro una Realtà Aumentata di gran qualità, puntate sempre su questo doppio sensore: ne varrà la pena!


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.