Come aggiornale il Galaxy Nexus ad Android 4.2.2

Vi abbiamo già parlato del nuova versione minore Android 4.2.2 da poco rilasciata e che è disponibile fin da subito per la serie Nexus di Google, compreso il tanto amato Galaxy Nexus. Per chi l’aggiornamento OTA tardasse ad arrivare ed è troppo impaziente per aspettare vi sono delle metodologie per accelerare i tempi.

Le modalità disponibili sono diverse e ve le elenchiamo dalla meno complessa alla più complessa, l’utilizzo di una a discapito di un’altra dipende anche dall’utilizzo di una ROM custom.

Aggiornamento OTA forzato

Il primo metodo è anche il più semplice, da utilizzare principalmente se si sta utilizzando una ROM stock (cioè quella di default), in pratica si va a forzare il controllo dell’aggiornamento OTA attraverso alcuni semplici passaggi:

  1. Disattivare tutte le connessioni (consiglio modalità aereo)
  2. Andare in Impostazioni -> Applicazioni e navigare al tab Tutte
  3. Cercare ed aprire la scheda di Google Service Framework per poi tappare su Termina e su Cancella dati
  4. Riattivare le connessioni e riprovare da Info sul telefono -> Aggiornamenti di sistema

Aggiornamento via USB con ADB sideload

Il secondo metodo consiste invece nel forzare l’aggiornamento via cavo USB sfruttando la componente adb dell’SDK Android che quindi deve essere installato sul nostro computer:

  1. Scaricare il file di aggiornamento dove è posizionato il nostro adb
  2. Riavviare il dispositivo in modalità recovery e selezionare apply update from adb
  3. Collegare il dispositivo con cavo USB al nostro computer e da un prompt dei comandi eseguire la seguente istruzione:

    adb sideload 07501b11ad3b.signed-yakju-JDQ39-from-JOP40D.07501b11.zip

  4. Attendere il completamento del processo fino al riavvio automatico che ci porterà ad Android 4.2.2

Aggiornamento via Custom recovery

Per chi invece utilizza delle ROM custom dispone sicuramente di una custom recovery, le più famose sono ClockWorkMod e TWRP, tramite quest’ultime è possibile flashare l’aggiornamento in maniera semplice ed immediata.

  1. Scaricare il file dell’aggiornamento e trasferirlo sul dispositivo
  2. Avviare il dispositivo in custom recovery ed installare l’aggiornamento come se fosse una nuova ROM o un kernel
  3. Attendere il completamento dell’operazione e avviare il dispositivo normalmente

Alcuni utenti hanno segnalato dei problemi con la ClockWorkMod.

 

Fonte

 

 

 




One Response - Add Comment

Reply