Chromecast e Google Home bloccano alcune marche di router, arriva la conferma

0
94
chromecast

Sembra che l’ultimo aggiornamento operato sul software della Chromecast e su quello dell’app Google Home da parte di Google, creerebbe problemi ai router wireless. Le marche dei dispositivi router coinvolti sarebbero Asus, Linksys, Netgear, TP-Link e anche il dispositivo linux Synology.

A confermare ciò ci hanno pensato due dei produttori sopra citati. Parliamo di Tp-Link e Linksys. Le due case produttrici di router hanno confermato un bug del software impiegato da Google che di fatto rende inutilizzabile l’accesso Wi-Fi per connettersi a Internet.

Le app di Google usate dai dispositivi sembrerebbero spedire una gran quantità di pacchetti dati in un ristretto periodo di tempo per mantenere attive le connessioni.

Come si manifesta il malfunzionamento

Il malfunzionamento varia a seconda del modello di router, ma di base si presenta con caratteristiche simili. Improvvisamente la vostra rete WiFi smette di funzionare, talvolta per qualche minuto, e poi si riprende automaticamente.

Un ingegnere di TP-Link ha persino spiegato la reale causa del problema, che si manifesta quando un dispositivo Chromecast si risveglia dallo standby.

Potrebbe interessarti: Le spiegazioni dell’ingegnere di tplink.

Saturazione dei router per colpa dei tanti pacchetti

In un funzionamento “normale” i pacchetti (una sequenza finita e distinta di dati trasmessa su una rete) spediti al router sarebbero inviati ad intervalli di 20 secondi l’uno dall’altro, mentre in questo caso, soprattutto quando il dispositivo si riprende dallo stato “dormiente” a quello “normale” ci sarebbe una quantità di pacchetti specifi pari a 100.000 in un tempo ancora inferiore a quello dei 20 secondi.

Insomma tutto ciò causa la saturazione e il conseguente tilt i router.

Come risolvere il problema?

Se vi si è verificato un problema simile l’unica soluzione al momento conosciuta è quella di disabilitare una funzione nel router chiamata “MDNS multicast” oppure riavviare il router ogni volta. La società TP-Link ha da poco reso disponibile un firmware per far fronte alla questione, ma solo con un aggiornamento da parte di Google rientrerà il tutto.

Da tempo su forum specializzati di settore si leggevano segnalazioni simili ma in realtà mai nessuno ci ha dato seguito liquindando semplicemente la persona che scriveva del problema con un “cambia il router”. 

Fino ad oggi non c’erano state conferme o analisi approfondite. Ora Google ha ammesso il problema e ha annunciato di essere al lavoro per trovare una soluzione.

Riteniamo che trattandosi di una indicenza molto elevata sugli utenti finali (e soprattutto diffusa globalmente) Google stia già lavorando alla pronta risoluzione della questione.

Vi terremo aggiornati come al solito.

**aggiornamento del 1 febbraio 2018**

Google Play services 11.9.75 arriva in forma di release stabile e risolve finalmente il problema legato al Wi-Fi che molti utenti stavano sperimentando con device Google Cast.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.