Chrome su Windows abbatte la durata della batteria dei portatili

Chrome per Windows è afflitto da un bug che va ad inficiare la durata della batteria dei portatili.

Il bug è già stato segnalato nel lontano 29 settembre 2012 ed era quasi stato dimenticato ma un articolo di Forbes lo ha messo in risalto.

Stando a quanto segnalato Chrome modifica impropriamente l’intervallo di tempo del risveglio della CPU utilizzato quando quest’ultima non ha lavoro da eseguire.

Normalmente Windows fissa questo intervallo a 15.625 millisecondi con quindi 64 attivazioni in un secondo. Chrome invece, per alcune esigenze, modifica l’intervallo a 1 millisecondo con quindi 1000 attivazioni al secondo non reimpostandolo più al valore originale nei momenti opportuni.

Stando a Microsoft abbassare questo intervallo porterebbe Windows a consumare il 25% di energia in più.

Per seguire l’andamento del bug e della sua risoluzione vi rimandiamo qui.




Reply