Bonus 80€ in busta paga del governo renzi, come fare a sapere se rientrate o no? Bisogna leggere nel CUD, ecco cosa!

Salve amici, più di qualche lettore ci ha chiesto informazioni circa il bonus in busta paga di circa 80€ introdotto nel DEF 2014 relativo al Governo Renzi. Vediamo come fare a capire se il vostro reddito rientra o no nell’intervallo previsto dalla legge.

A chi spetta il bonus di 80 euro?

I presupposti sono tre:

1) il possesso di una determinata tipologia di reddito

2) che l’imposta lorda calcolata sia superiore alla detrazione per lavoro dipendente

3) che il reddito complessivo non superi 24.000 euro per la misura piena del bonus di 640 euro, oppure i 26.000 euro per le misure parziali del bonus

Quale è il reddito minimo e massimo per avere diritto al bonus?

Un presupposto è che l’imposta lorda calcolata superi la detrazione per lavoro dipendente. Ossia la misura esclude gli incapienti, ossia coloro che hanno un imposta lorda (il 23% del proprio reddito) che non supera la detrazione spettante ai sensi del comma 1 dell’art. 13 del TUIR, ossia la detrazione per lavoro dipendente. Leggendo tale detrazione, il lavoratore che ha un reddito di 8.000 euro non paga alcuna imposta Irpef e quindi è incapiente, non ha diritto al bonus. La detrazione minima spettante è di 1.880 euro e quindi fino a 8.174 euro il bonus non spetta perché il lavoratore è incapiente.

Il bonus di 80 euro spetta ai pensionati o ai disoccupati?

L’art. 49 del TUIR citato dal decreto include i redditi da pensione tra i redditi sostanzialmente assimilati a quello di lavoro dipendente. Ma non per il bonus di 80 euro: è lo stesso decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 che ha introdotto il bonus di 640 euro (80 euro al mese) ad escludere dai redditi rilevanti quelli relativi al comma 2, lettera a) dell’art. 49 del TUIR ossia “a) le pensioni di ogni genere e gli assegni ad esse equiparati”. Il bonus non spetta ai pensionati ma solo ai titolari di reddito da lavoro dipendente e assimilati.

I lavoratori disoccupati possono beneficiare del bonus se nel 2014 hanno prodotto un reddito tale da non rientrare tra gli incapienti, ossia un reddito di almeno 8.174 euro. 

Qual è il reddito imponibile Irpef che dà diritto al bonus 80 euro?

modello-CUD-2014-compilabile

Per capire se dal reddito imponibile scaturiranno gli 80 euro in più, è possibile controllare il proprio CUD 2014 – in caso di più datori di lavoro, controllare tutti i Cud 2014 ricevuti – al punto 1, parte B. Inoltre, è importante sapere che il bonus spetta solo per i redditi da lavoro; saranno pertanto esclusi i redditi derivanti da pensioni o assegni pensionistici o altri redditi. 

In definitiva, chi avrà diritto al bonus, ritroverà automaticamente 80 euro in più in busta paga già da maggio, in quanto è riconosciuto ed applicato direttamente dal sostituto d’imposta, cioè il datore di lavoro.

per saperne di più eccovi un link



Ti potrebbe interessare:


Tags:

Reply