Blitz contro Anonymous, arresti e perquisizioni in tutta italia

Il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche della Polizia Postale e delle Comunicazioni, nell’ambito dell’Operazione «Tango down»,  sta eseguendo in queste ore in tutta Italia diverse perquisizioni e misure cautelari contro gli Anonymous.

Secondo le prime informazioni sarebbero state arrestate 4 persone che, secondo gli inquirenti, sarebbero il vertice italiano del movimento internazionale.

Secondo la magistratura il gruppo di haker, celandosi dietro il nome di «Anonymous», sarebbero responsabili di una serie di attacchi nei confronti dei sistemi di infrastrutture critiche, siti istituzionali, tra cui i siti di Vaticano, Governo, Polizia postale e Carabinieri, e importanti aziende. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Roma. 

Le perquisizioni degli investigatori della Polizia postale sono avvenute a Venezia, Bologna, Roma, Torino, Lecce e Ancona.

Numeroso il materiale già sequestrato, per lo più materiale informatico, sarà ora analizzato dagli esperti.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.