BigG e la lotta alla pirateria: quali sono le Major che si lamentano di più?

Google ha da poco aggiunto una nuova sezione denominata “Copyright report” al suo Transparency report. In sostanza si tratta di una classifica delle richieste di rimozione contenuti e URL avanzate dai legittimi proprietari per violazione dei propri Copyright. Vediamo quali sono le case maggiormente attive nelle segnalazioni!

La classifica che esce fuori dai dati pubblicati da Google è la seguente:

  • Primo posto: Microsoft (era ovvio) che in un anno ha inoltrato a Google 2.554.475 richieste di rimozione relative a 23.485 domini. Tra questi spiccano The Pirate Bay e varie piattaforme di condivisione a mezzo torrent e gruppi warez.
  • Secondo posto: gruppo NBCUNIVERSAL con 1.005.686 richieste di rimozione per 15.618 domini.
  • Terzo posto: RIAA, con 416.731 richieste di rimozione nei confronti di 6.903 domini.

Il primato del “sito più odiato” dalle Major spetta al motore di ricerca Filestube.com, che è ormai diventato uno dei punti di riferimento dopo la chiusura di Megaupload e l’effetto domino scatenato negli altri siti di file hosting.  Segue torrentz.eu, uno dei motori di ricerca per torrent più usati del web.

Google assicura di fare il possibile per velocizzare le operazioni di rimozione degli URL segnalati, attualmente il miglior tempo registrato si attesta intorno alle 11 ore.

Ovviamente le operazioni di rimozione non sono “automatizzate”: sarebbe infatti un grave errore da parte di Google eliminare gli URL segnalati senza verificarne l’effettivo illecito.

Come infatti ha spiegato Von Lohmann in un post di Google dedicato all’argomento, “Cerchiamo di individuare richieste di rimozione errate o abusive. Abbiamo anche ricevuto segnalazioni senza alcun fondamento, inviate per danneggiare un competitor o rimuovere un contenuto semplicemente sgradito”.

Confidiamo tutti nella capacità di analisi di Google, per un Web sempre libero e lecito.

 

 




Reply