Batterie Smartphone: i caricabatterie economici non funzionano a dovere?

Torniamo a parlare di ricarica del nostro smartphone (tramite il caricabatterie) perchè un nostro lettore ci pone il quesito in oggetto, cerchiamo di capirci qualcosa in più sui prodotti economici che servono a far ricaricare il nostro dispositivo. Sono tutti da buttare perchè non originali? Beh non è vera questa cosa, dipende sempre dai casi.

Ricarica batteria smartphone: Unico standard

La UE sta cercando di promuovere la possibilità di ricaricare i dispositivi attraverso una sola porta d’ingresso standard (via Micro USB), affinché gli utenti possano utilizzare gli alimentatori dei numerosi dispositivi già in loro possesso.

Tutto questo varrebbe anche per i dispositivi della Apple (iPhone su tutti) anche se in questo caso sarebbe da utilizzare un adattatore(visto che figuriamoci se Apple si adegua a questo standard).

L’idea della UE era nata per la prima volta nel 2014 ed entro il 2017 si dovrebbe sapere qualcosa.

Un solo standard verrà utilizzato in tutti i caricabatterie dell’Unione: non è ancora chiaro quale, anche se ci sono ottime probabilità che il già largamente utilizzato micro-USB ne esca vincitore.

Il problema della tensione

Alcuni dispositivi richiedono una tensione leggermente più elevata, ma anche alimentatori non originali sono in grado di soddisfare questa peculiarità. Solo chi vorrà sfruttare a pieno la velocità di una ricarica rapida, al momento dell’acquisto dell’alimentatore dovrà prendere in considerazione solo i modelli di determinati produttori o che rispettino standard specifici.

In linea di massima, quindi, anche un comune caricabatteria economico da circa 10€ può essere utilizzato anche con smartphone che consentono la ricarica rapida.

Va comunque da sé che, alimentatori economici di produttori cinesi sconosciuti, importati sottobanco e in vendita sui principali siti di ecommerce come ebay, subito o attraverso shop online, talvolta a prezzi stracciati inferiori a 1 Euro, possono essere pericolosissimi e mettere a rischio la vita(in casi limite logicamente).

Alcuni caricabatteria(quelli cinesi super-economici), infatti, possono produrre scosse elettriche attraverso la porta USB. Se gli alimentatori presentano l’indicazione CE o il marchio VDE o TUV, il problema non dovrebbe verificarsi, ma spesso anche questi loghi vengono contraffatti e inoltre qualsiasi produttore può corredare il proprio prodotto del marchio CE, senza alcuna verifica.

Caricabatterie smartphone alternativi: le marche affidabili

E’ consigliabile quindi acquistare prodotti di marca di produttori come

disponibili a basso prezzo. I caricabatterie prodotti da queste case (logicamente solo per citarne alcune) sono testati e sicuri.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.