Auricolari esplosi in volo, attenzione alle batterie. E’ l’allarme lanciato dall’agenzia per la sicurezza dei trasporti

Brutto incidente accaduto ad una donna a bordo di un volo da Pechino a Melbourne (Australia). Erano trascorse circa due ore dal decollo dell’aereo quando questa persona ha sentito un’esplosione mentre dormiva e mentre aveva indosso degli auricolari per ascoltare della musica tramite il proprio smartphone

Si è accorta ben presto cosa fosse successo visto che ha sentito il proprio volto bruciare. Gli auricolari che indossava, infatti, stavano andando a fuoco e iniziavano a liquefarsi.

auricolari volo

Ecco cosa ha detto la donna

Mi sono toccata la faccia e gli auricolari mi si sono stretti intorno al collo. Continuavo a sentire che bruciavano quindi li ho afferrati e li ho lanciati sul pavimento. C’erano scintille e alcune fiamme

Marca e modello degli auricolari wireless non sono ancora stati specificati, ma il caso non può che ricordare gli episodi di esplosione legati alla vicenda Samsung ed al Galaxy Note 7

Non solo le cuffiette si sono fuse ma anche lo smartphone. Tutta colpa della batterie, secondo quanto dichiarato dalle autorità che rincarano la dose mettendo in guardia i passeggeri sulle precauzioni da prendere in viaggio:

In diversi casi le batterie agli ioni di litio sono stati causa di incendi a bordo, è perciò importante che siano trasportate secondo le norme di sicurezza

Secondo il regolamento diffuso dall’agenzia di sicurezza ogni passeggero può trasportare un massimo di due batterie di riserva che dovranno essere impacchettate singolarmente e disattivate, così da ridurre al minimo il rischio di surriscaldamento.

Ora la donna sta bene ma dovrà sottoporsi a diversi trattamenti per guarire le ustioni ma non è a rischio di vita bisogna precisarlo

Eccovi il report delle autorità




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.