Attenzione a pupamedia, non registratevi

Cercate film e serie tv da vedere in streaming online? Allora bisogna stare attenti a quei siti che vi chiedono la registrazione per accedere al contenuto. Per carità, la registrazione di per se non è sconsigliata da noi perchè non c’è nulla di male nel chiederla.

Il problema c’è quando assieme al nome utente, email e password classici viene richiesto di inserire anche il numero della vostra carta di credito! Allora li c’è da preoccuparsi.

pupamedia: cos’è e cosa succede

Tempo fa erano diffusi dei siti chiamati donnaplay, lilplay, tzarmedia. Poi sono arrivati geeker e altri siti simili. La logica di questi siti (e probabilmente anche i proprietari) è sempre quella. Chiedono di inserire, durante la registrazione, i dati della vostra carta.

Eccovi una schermata che per chi è caduto nel tranello sembrerà familiare:

Nonostante la rassicurazioni presenti sul sito (l’inserimento della carta NON comporterà addebiti) non farete in tempo a terminare la registrazione che il primo euro vi sarà già stato addebitato sul vostro conto bancario.

La registrazione non si limita poi al solo euro prelevato(questo, infatti, sarebbe il minimo). Se non effettuate la disdetta entro i cinque giorni vi addebiteranno 24,95 euro e così, pur non volendo, sarete diventati clienti premium. Se invece volete cancellarvi subito, vi addebiteranno un altro euro.

Abbiamo parlato già varie volte di questi fenomeni in nostro precedenti articoli:

C’è la possibilità di ottenere il rimborso da questi servizi ingannevoli?

Eccovi altri due nostri articoli con testimonianze di chi c’è riuscito:

Se avete bisogno del nostro aiuto come sempre siamo a disposizione, scriveteti nei commenti o mandateci una email attraverso l’apposito modulo o usando la sezione scrivi all’esperto.




7 Comments - Add Comment

    • mm
      • mm
          • mm

Reply