Attacco informatico contro Apple, a rischio account developer

Nella giornata di giovedì il sito dedicato agli sviluppatori Apple è stato sottoposto ad un attacco (di hacker) teso ad impadronirsi dei dati personali degli sviluppatori registrati presso l’apposito sito dell’azienda di Cupertino. L’attacco è stato confermato da Apple stessa che ha avvertito gli sviluppatori. L’azienda di Cupertino afferma di aver bloccato il sito per “rivedere completamente” i suoi sistemi dedicati ai programmatori, aggiornando il suo software e ricostruendo il suo database.

I dati personali “sensibili” in realtà dovrebbero essere al sicuro, dal momento che sul sito della Mela sono criptati e i pirati informatici non possono avervi avuto accesso. Tuttavia gli hacker “potrebbero aver avuto accesso a certi nomi, indirizzi email o postali”.

Le informazioni sui clienti dei suoi prodotti non sono state toccate dall’attacco.

L’azienda di Tim Cook si è quindi scusata “per il notevole disturbo causato da questo blocco” e ha avvertito che sperato di rimettere in funzione al più presto il sito dei programmatori.

Ecco il messaggio completo pubblicato da Apple:

Giovedì scorso, un intruso ha tentato di accedere alle informazioni personali dei nostri sviluppatori registrati al sito web ufficiale. I dati sensibili degli sviluppatori sono criptati e quindi non è in alcun modo possibile accedere ad essi, però non siamo in grado di escludere la possibilità che l’intruso abbia potuto leggere altre informazioni quali nome, indirizzo e-mail e indirizzo postale. In spirito di trasparenza, vogliamo informarvi del problema. Abbiamo messo offline il sito già da giovedì, subito dopo la scoperta dell’attacco, e stiamo lavorando 24 su 24 da allora.

Al fine di prevenire una futura minaccia per la sicurezza, stiamo completamente revisionando i nostri sistemi di sviluppo, aggiornando il nostro software del server e ricostruendo tutta la nostra banca dati. Ci scusiamo per il disagio significativo causato dall’inattività così lunga del sito, ma ci aspettiamo di renderlo presto nuovamente disponibile.




Reply