Apple vs Samsung: Google dice la sua

Apple ha vinto la causa contro Samsung per la violazione di alcuni brevetti ed il tribunale degli Stati Uniti ha imposto a quest’ultima di pagare al suo avversario 1,49 miliardi di dollari, ovvero l’ammontare dei danni provocati alla Apple violando questi brevetti. Ci si aspettava un intervento di Google fin da subito visto che alcune funzionalità chiamate in causa sono comunque state sviluppate sopra il sistema operativo Android da parte dei produttori, le dichiarazioni di Google sono arrivate solo ora e comunque in tono “tranquillo”.

Eccovi la dichiarazione completa: 

“La corte di appello esaminerà sia la contraffazione che la validità delle rivendicazioni dei brevetti. La maggior parte delle accuse non si riferiscono al sistema operativo Android e molti capi di accusa sono in corso di riesame da parte dell’Ufficio Brevetti degli Stati Uniti. L’industria della telefonia mobile si sta muovendo velocemente e tutte le aziende coinvolte – tra cui i nuovi arrivati – stanno costruendo hardware e software su idee che sono state utilizzate per decenni e che vengono evolute in vari modi. 

Lavoriamo con i nostri partner per offrire ai consumatori prodotti innovativi e accessibili e non vogliamo che qualcosa possa limitare tutto questo.”

Insomma Google si sente al sicuro da ogni accusa non temendo nulla per il suo sistema operativo Android e conferma di come alcune aziende nel campo della telefonia sfruttano comunque idee di altri per realizzare i propri prodotti. 

 




Reply