Apple Iphone ed iPad, a rischio 200.000 app? Ecco perchè

0
37
apple

Secondi i dati pubblicati da Sensor Tower (il miglior tool di App Store Optimization in circolazione – cioè l’insieme di attività che si svolgono per migliorare la visibilità di un’app all’interno di un App Store qualsiasi) ci potrebbe essere presto una possibile “App-pocalypse”: 187.000 applicazioni che attualmente sono pubblicate nello store della casa di cupertino rischiano di non poter essere più utilizzate con l’arrivo di iOS 11.

apple

Per quale? Semplice, il mancato supporto ai processori 64-bit.

Questo significa che, con iOS 11, non sarà più possibile avviare tali app, almeno fin quando chi ha sviluppato quell’app non si adeguerà ad iOS 11

Sebbene il primo device “compatibile” con il 64 bit sia stato lanciato nel “lontano” nel 2013, Apple non ha sollecitato più di tanto le software house produttrici di App ad adeguarsi prima del 2015, di conseguenza molte app rimaste ai 32 potrebbero essere sfuggite dalle rilevazioni della società d’analisi.

Apple avvisa utenti

Già su iOS 10, quando lanciamo app che supportano solo i 32-bit, veniamo informati sul rischio che quell’applicazione “potrebbe non funzionare con le versioni future di iOS

Certo, mancano diversi mesi alla presentazione di iOS 11 e quindi non è un allarme che va considerato a stretto giro e va considerato anche un altro aspetto: la futura eliminazione dovrebbe di queste applicazioni dovrebbe coinvolgere “titoli” ormai in disuso o, ancora, app letteralmente abbandonate al loro destino dagli stessi sviluppatori e quindi abbandonate anche dagli utilizzatori finali

 


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.